A- A+
Spettacoli
Rocío Muñoz Morales, la madrina di Venezia con un curriculum non all'altezza

Festival del cinema di Venezia, il curriculum della madrina Rocío Muñoz Morales non è all'altezza. La polemica

Il Festival del cinema di Venezia quest'anno ha scelto come madrina l'attrice e compagna di Raoul Bova, l'attrice e modella Rocío Muñoz Morales. Sicuramente la ragazza di fisico ne ha, ma c'è chi solleva la polemica dichiarandosi contrario con la scelta ricaduta su di lei, per tale ruolo.

A far notare e mettere in agitazione la stampa e i social è il giornalista Pier Paolo Mocci: "É un messaggio sbagliato che si manda all'esterno, e una mancanza di attenzione verso decine e decine di attrici di gran lunga più talentuose o di comprovata bravura".

Rocío Muñoz Morales dall'indiscusso fascino latino e con un curriculum, a detta del giornalista discreto, si è ritrovata catapultata a rappresentare quella che è considerata la regina delle kermesse autunnali del cinema internazionale. Mocci continua: "Farle celebrare un evento così importante confonde il pubblico, ma soprattutto non premia né il talento né la bravura".

Soprattutto, poi, Mocci spiega perché non deve trovarsi a vestire tale ruolo: "Da spettatore 'generalista' direi che se un'attrice senza gradi fa la Madrina della Biennale, io potrei fare il ministro degli Esteri o dello Sviluppo Economico".

Mentre, Rocío Muñoz Morales, da Armani vestita per l'occasione: "È un onore per me essere qui. È bello, più bello di quanto immaginassi. Questo è un luogo magico. Per me è una grande emozione, una gioia infinita". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
festival del cinema di veneziamadrinarocío muñoz morales





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.