A- A+
Spettacoli
Aborto, Signorini: "Noi contrari". E il pensiero di Fallaci torna attuale
Alfonso Signorini sull'aborto al Gf Vip

Aborto, Signorini in diretta al Grande Fratello Vip: "Noi siamo contrari in ogni sua forma", e scoppia la bufera sui social. Abbiamo bisogno di ricordare la lezione di Fallaci 

"Noi siamo contrari all'aborto in ogni sua forma", parole che oggi come nel 1976 non sono indifferenti, ancora di più se dette da un uomo. Alfonso Signorini al GF Vip, ieri sera scherzando con il concorrente Giucas Casella, sulla cagnolina incinta, lo invita a tenersi i cuccioli e ad adottarne il "padre". Casella a tono risponde che "bisogna vedere perché Nina potrebbe anche abortire".

Al che Signorini risponde: "Ma perché devi tirare fuori questa storia dell’aborto del cane. Uno lo vuole la Bruganelli, uno la Volpe, tutti vogliono i cagnolini. Noi siamo contrari all’aborto in ogni sua forma tra l’altro, anche quello dei cani non ci piace. Ma anche quello naturale non ci piace, non è una benedizione del cielo un aborto naturale, anche se è quello di un cane.

Quel plurale maiestatis senza troppo stupire solleva un polverone, dal pubblico a casa a quello in studio che in quel noi non trovano riverbero, tanto da proiettare Signorini tra i trend Twitter. Diversi giornalisti e personaggi del mondo dello spettacolo hanno subito tirato il freno a mano sul tema, delicato e anche divisivo.

Selvaggia Lucarelli sui suoi canali social ha commentato: “Caro Alfonso Signorini, non so a nome di chi credi di parlare, ma NOI abbiamo votato a favore dell’aborto con un referendum che ha la mia età, quindi fammi questo favore: parla per te e per il tuo corpo, visto che non rappresenti né il paese né il corpo delle donne“. "Ma noi chi? Noi chi??????", ha twittato Fiorella Mannoia, rilanciata da numerose voci femminili e associazioni.

 

Ma non mancano le voci di assenso. Come l'imprenditrice romana opinionista del Gf Vip, Sonia Bruganelli, che ha accompagnato le parole di Signorini con "esatto". E Mario Adinolfi. Il presidente del Popolo della Famiglia, conosciuto per le sue posizioni, è intervenuto a sostegno di Signorini: "Sposo ovviamente le parole di Signorini, spero che il politicamente corretto/corrotto non lo costringa a precisazioni. L’idea prolife deve aver diritto di cittadinanza".

E viene in mente la lezione di Oriana Fallaci, che a distanza di quasi 50 anni si mantiene attuale. Un tema fondamentale quello dell'aborto per la giornalista, indimenticata anche oltreoceano, ma soprattutto un diritto per ogni donna, bisognoso di difesa e riconoscimento. Risuonano le sue parole quando, nel 1976 (due anni prima della legge sull'aborto) ospite ad "AZ: un fatto come e perché", diceva: “Qui si sta parlando di un problema che riguarda principalmente le donne e, come al solito, il dibattito prende avvio da due uomini. Io mi auguro che ognuno di noi ricordi che l’aborto non è un gioco politico. Che a restare incinte siamo noi donne, che a partorire siamo noi donne, che a morire partorendo o abortendo siamo noi. E che la scelta tocca dunque a noi. A noi donne. E dobbiamo essere noi donne a prenderla, di volta in volta, di caso in caso, che a voi piaccia o meno. Tanto se non vi piace, siamo lo stesso noi a decidere. Lo abbiamo fatto per millenni. Abbiamo sfidato per millenni le vostre prediche, il vostro inferno, le vostre galere. Le sfideremo ancora.” La maternità come scelta responsabile, piuttosto che un dovere un diritto, e il peso fondamentale dell'aborto affinché una donna possa rivendicare questo diritto, torna spesso nelle sue battaglie. E diventa il tema di fondo di Lettera a un bambino mai nato (1975), libro che nacque da un'inchiesta che il direttore de L'Europeo Tommaso Giglio le aveva commissionato proprio sull'aborto. 

Commenti
    Tags:
    abortoselvaggia lucarellisignorini aborto





    in evidenza
    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    Guarda le immagini

    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    
    in vetrina
    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


    motori
    Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

    Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.