A- A+
Esteri
Commissione Ue, Berlino spinge per l'Ursula bis. "Trombato" Mario Draghi?

La Germania spinge per il von der Leyen bis, beffa per Draghi che ha detto no alla Nato?

Mario Draghi rischia di rimanere appiedato. Se è vero che l'ex premier ha rifiutato l'ipotesi di diventare segretario generale della Nato, o quantomeno che l'Italia proponesse ufficialmente la sua candidatura, forse è per le ambizioni in sede europea. Ambizioni che rischiano però di essere mal riposte. La Germania vorrebbe infatti spingere la sua Ursula von der Leyen a un secondo mandato alla guida della Commissione europea. 

Con l'aumentare delle speculazioni in vista delle elezioni europee del 2024, secondo Politico Berlino si sta convincendo che avere una tedesca come von der Leyen a Bruxelles sia molto utile, anche se Ursula proviene dalla CDU, il partito di Angela Merkel e dunque il grande escluso dalla coalizione semaforo alla guida della Germania sotto la gestione del cancelliere Olaf Scholz.

In ogni caso, meglio avere una sponda politica tedesca che non averla, il ragionamento della cancelleria. E ovviamente l'appoggio della Germania è fondamentale per la permanenza di von der Leyen al potere. Prima di poter continuare il suo regno, è necessario che l'attuale governo la nomini rappresentante del Paese presso la Commissione europea. Inoltre, essendo il Paese più grande dell'Ue, la Germania ha sempre un peso significativo su chi ottiene i posti di comando a Bruxelles.

Per ora, Scholz e il suo governo di centrosinistra probabilmente non si impegneranno formalmente sul bis di von der Leyen. Ma secondo le voci riportate da Politico, tutti i segnali indicano che il governo alla fine la sosterrà - a meno che dalle elezioni non emerga in qualche modo un'opzione realistica di centro-sinistra. D'altronde, come ex ministro della Difesa tedesco, von der Leyen conosce bene le sensibilità e le priorità della politica tedesca. E questo è un vantaggio per il governo tedesco, proprio in un momento come quello attuale tra guerra in Ucraina e il timore della possibile apertura di un secondo fronte orientale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
commissione uemario draghiursula von der leyen





in evidenza
La verità su Panariello e Pieraccioni al Festival 2025

Carlo Conti a Sanremo

La verità su Panariello e Pieraccioni al Festival 2025


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
La Nuova MINI John Cooper debutta alle 24 ore del Nürburgring

La Nuova MINI John Cooper debutta alle 24 ore del Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.