A- A+
Esteri
"Continuiamo a benedire le coppie gay". La Chiesa tedesca sfida Francesco

Anche di recente il Papa, attraverso il cardinale Pietro Parolin, ha sostanzialmente vietato all'episcopato tedesco di modificare la dottrina e le regole finora in vigore a proprio piacimento


E' sempre più ampio il solco tra la Chiesa tedesca e il Vaticano. Una crepa affiorata anche alcuni giorni fa quando il presidente della conferenza episcopale, davanti alle telecamere, ha ribadito che la benedizione alle coppie gay, nonostante il no del Papa, in Germania rimane un dato di fatto: si continuerà a garantire agli omosessuali che la chiedono. Se non era un atto di guerra contro l'inflessibilità di Roma poco ci mancava. Anche di recente il Papa, attraverso il cardinale Pietro Parolin, ha sostanzialmente vietato all'episcopato tedesco di modificare la dottrina e le regole finora in vigore a proprio piacimento. Niente di tanto importante può essere cambiato unilateralmente. Lo scrive il sito www.ilmessaggero.it.

«Tanto per cominciare deve essere detto che la pratica delle benedizioni esiste e noi vogliamo portarla alla luce» ha affermato monsignor Batzing presentandosi in televisione. Ai telespettatori ha spiegato che i vescovi dovrebbero chiedere a loro stessi se una relazione d'amore tra due persone è da considarsi una cosa buona. «Perchè se è buona allora le persone possono effettivamente ricevere la benedizione di Dio, mi pare logico». A sostegno di questa linea, accanto ai tedeschi, ci sono anche i vescovi del Belgio che «hanno già implementato questa pratica».

Il giornalista che interrogava Baetzing in diretta gli ha chiesto se Papa Francesco davanti alla loro presa di posizione potrebbe accettarla, oppure se si tratta di una sfida al potere costituito.  La spiegazione fornita dal vescovo ha fatto leva sul lungo lavoro collettivo che è stato svolto dalla base cattolica che per ben quattro anni, previo benestare papale, ha avviato un complesso percorso sinodale. «Abbiamo ascoltato esperti, scritto solidi testi e presentato in modo estensivo dietro le nostre regole». E ancora. «Siamo lieti di discuterne, ma la nostra azione non cambierà». Praticamente una sfida.

Per Roma resta però impensabile dare una forma di benedizione a una famiglia omosessuale, visto che il catechismo descrive l'omosessualità come una attività disordinata e immorale e non può essere trasformata in "buono" semplicemente sulla base del fatto che la coppia lo desidera.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
coppie gay benedizione germania scontro papa





in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


motori
DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.