A- A+
Esteri
Coronavirus. A New York e Los Angeles chiusi bar, ristoranti, discoteche

E in attesa delle misure ufficiali per esercizi commerciali, bar e ristoranti che dovrebbero essere comunicate nel briefing con la stampa oggi nel tardo pomeriggio ( notte italiana), negli Stati Uniti già diversi Stati hanno anticipato in maniera indipendente alcune misure di contenimento.

Il Dipartimento di Controllo delle Malattie ha proibito riunioni con più di 50 persone.

A New York  e a Los Angeles sono già stati chiuse tutte le scuole  e soprattutto a New York , prima volta nella sua storia, sono stati chiusi tutti i bar.

Le misure contro il virus di New York e Los Angeles

Una misura che, solo a New York ,città con quasi 9 milioni di abitanti, coinvolge oltre un milione di alunni.

Qui i casi sono al momento 730 nell’intero Stato di new York e circa la metà solo nella città.

 

Andrew Cuomo e Bill De Blasio, rispettivamente Governatore e Sindaco dello Stato e della città di New York hanno paventato che si potrà perdere l’intero anno di scuola. La misura dei bar è stata ritenuta obbligatoria proprio perchè moltissime persone si muovevano maniera indifferente a tutti gli appelli.

Queste misure sono state successive a quelle già forti prese dalle organizzazioni sportive, le Major League di Basket, Baseball e Hockey hanno fermato tutti i campionati.

I 41 teatri di Brodway  hanno bloccato tutti le rappresentazioni. Pure i grandi Musei come il Metropolitan e un tempio della Musica come Carnegie Hall hanno fermato l’attività.

Le foto di Central Park ricordo tristemente quelle dei nostri parchi di qualche giorno fa.

Subito dopo queste decisioni un altro Sindaco, quello di  Los Angeles ha deciso la chiusura di discoteche, bar, ristoranti e palestra della città intera. Con l’unica eccezione dei locali che preparano cibo da asporto.

Le misure contro il virus di New York e Los Angeles

In uno degli Stati più grandi e con più contagi del Paese (340) e morti (6) la California, con quasi 40 milioni di abitanti, è stato chiesto alle persone con infermità e maggiori di 65 anni di rimanere in casa. Ai bar  e ai ristoranti  è stato consigliato soltanto, per il momento di rimanere chiusi. Praticamente chiusi i locali di Las Vegas.

 

I Governatori di Illinois e Ohio hanno deciso misure analoghe di chiusura di bar, ristoranti e discoteche. Aperti i luoghi di culto per rispettare la libertà di espressione.

Una cascata a macchia di leopardo in attesa delle misure di oggi a livello nazionale.

 

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirusscuolelos angelesbarristorantipub
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Ipotesi plexiglass in spiaggia Greta: "Me volete fa inc...?"

    Coronavirus vissuto con ironia

    Ipotesi plexiglass in spiaggia
    Greta: "Me volete fa inc...?"

    i più visti
    in vetrina
    DILETTA LEOTTA, BIKINI E LATO B MOZZAFIATO: LE FOTO PAPARAZZATE

    DILETTA LEOTTA, BIKINI E LATO B MOZZAFIATO: LE FOTO PAPARAZZATE


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Jeep® Compass: con il tricolore nel DNA

    Nuova Jeep® Compass: con il tricolore nel DNA


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.