A- A+
Esteri
Fbi, Hillary Clinton "negligente" ma non perseguibile per l'emailgate

La candidata democratica alla presidenza Usa Hillary Clinton ha dimostrato "estrema negligenza" nell'utilizzo della posta elettronica privata, ma non si ravvisano elementi per perseguirla. Lo ha dichiarato il capo dell'Fbi, James Comey, ai giornalisti circa lo scandalo delle e-mail della Clinton all'epoca in cui era segretario di Stato. La Clinton e' stata ascoltata tre ore e mezza dalla Fbi nei giorni scorsi

"Benche' ci siano evidenze di potenziali violazioni degli statuti che regolano l'uso di informazioni privilegiate, la nostra opinione e' che nessun procuratore ragionevole aprirebbe un caso su questo", ha aggiunto Comey. In una dichiarazione alla stampa senza domande dei cronisti, Comey ha detto che Clinton ha utilizzato diversi server privati per la sua corrispondenza e che all'interno di diversi messaggi erano contenute informazioni segrete. "E' possibile che alcuni attori ostili" abbiano avuto accesso a quelle mail, ha continuato il numero uno dell'Fbi sottolineando che nessuno nei casi precedenti analizzati dalla squadra ha supportato la possibilita' di accusa nei confronti della Clinton. C'e' stato "un intenso dibattito pubblico su questa questione - ha concluso Comey - ma l'inchiesta e' stata condotta in maniera competente, onesta e indipendente".

Trump non ci sta: "Niente accuse per Hillary Clinton? Sistema truccato" - "Il direttore dell'Fbi dice che la disonesta Hillary ha compromesso la sicurezza nazionale. Nessuna accusa. Wow! Sistema corrotto". Questa la reazione di Donald Trump su twitter alla notiza che l'Fbi ha deciso di non perseguire Hillary Clinton per lo scandalo 'mail-gate'.

Tags:
hillary clinton assoltahillary clinton emailgateclinton fbi
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.