A- A+
Esteri
Germania, tedeschi al voto, Merkel a rischio flop

Rischia grosso Angela Merkel alle elezioni di domenica prossima in tre Laender, quando la politica filo-rifugiati della Cancelliera cristiano-democratica tedesca passerà al vaglio delle urne. Altissima la posta in gioco tanto che, nel pubblicare ieri l'ultimo sondaggio "choc" in vista del voto del 13 marzo, il tabloid Bild ha parlato addirittura di "elezioni che cambieranno la Germania".

I sondaggi sono univoci nel rilevare un dato su tutti: l'esordio debordante dell'Afd, Alternative fuer Deutschland, il nuovo partito ultraconservatore, nato come forza euro-scettica e rapidamente trasformatosi nel megafono del malcontento anti-immigrati. Un assaggio è già arrivato con le elezioni municipali di domenica scorsa in Assia, la regione della cosmopolita Francoforte, dove il partito di Frauke Petry ha raccolto ben il 12,5% dei voti.
Al voto sono chiamati circa 12,5 milioni di tedeschi, abitanti del Baden-Wuerttemberg, della Renania-Palatinato e della Sassonia-Anhalt, tre Laender molto diversi fra loro.

Il primo ricco e tradizionalmente conservatore, dove la Cdu di Merkel, partito di maggioranza relativa, rischia di essere spodestato dalla prima posizione dai Verdi, già alla guida del Land in coalizione con i socialdemocratici: qui l'Afd è accreditata del 12,5% dei voti.
Nella Renania-Palatinato, la regione di Magonza, l'Afd potrebbe raccogliere quasi il 10% dei voti, sottratti in pratica interamente alla stella nascente della Cdu, Julia Kloeckner, che pur ha fatto di tutto per smarcarsi dalla politica migratoria di Angela Merkel.
E infine nell'ex Land della Ddr, la Sassonia Anhalt, l'esordiente partito populista potrebbe addirittura superare la Spd con il 19% dei consensi, al terzo posto dietro Cdu e Linke.

Sebbene un sondaggio della scorsa settimana abbia rivelato che ben sei tedeschi su dieci non apprezzino la strada imboccata dalla Cancelliera in materia di politica dei rifugiati, gli osservatori sono sostanzialmente unanimi nel credere che, qualunque sia l'esito del voto di questa domenica, Angela Merkel non rischi in ogni caso la poltrona. Anzi, potrebbe ricandidarsi per un quarto mandato al voto legislativo dell'autunno 2017.

Tags:
germania
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.