A- A+
Esteri
merkel lp 5

Mentre il partito socialdemocratico e' lacerato sul partecipare o no ad una Grosse Koalition guidata da Angela Merkel, la maggioranza dei tedeschi chiede proprio la riedizione di questa formula di governo. Un sondaggio Infratest-dimap per la prima rete televisiva pubblica Ard indica che il 48% degli elettori auspica un governo formato da Cdu/Csu e Spd, con solo il 18% favorevole ad una coalizione tra il partito della Merkel ed i Verdi, mentre appena il 16% guarda con favore ad un'alleanza di sinistra tra Spd, Verdi e Linke.

La rilevazione evidenzia che a desiderare una riedizione della Grosse Koalition, come quella che ha governato la Germania dal 2005 al 2009, e' il 62% dell'elettorato del partito cristiano-democratico ed il 56% di quello socialdemocratico. Un sondaggio dell'Istituto "Forschungsgruppe Wahlen" rivela invece che oltre la meta' dei sostenitori del partito ecologista preferisce l'ingresso dei Verdi in un governo guidato dalla Merkel. Riguardo alle priorita' che il nuovo governo dovrebbe affrontare, il 92% dei tedeschi mette al primo posto la riduzione del debito, seguita dalla creazione di condizioni di migliore compatibilita' tra lavoro e famiglia (91%), dalla riduzione del costo della bolletta elettrica (88%) e dall'introduzione di un salario minimo generalizzato (85%).

Dopo il voto del 22 settembre la popolarita' di Angela Merkel e' alle stelle ed in caso di nuove elezioni il partito cristiano-democratico (Cdu/Csu) sbancherebbe. Lo rivela il sondaggio "Politbarometer", eseguito per conto della seconda rete pubblica Zdf e del quotidiano berlinese 'Tagesspiegel', dal quale emerge che in una scala di gradimento da +5 a -5 la Merkel ottiene un +2,7. Si tratta del risultato piu' alto mai registrato per una personalita' politica da quando esiste il Politbarometer, mentre sul piano dei partiti la Cdu/Csu salirebbe al 43%, rispetto al 41,5% ottenuto domenica scorsa, con il 26% per il partito socialdemocratico (Spd), che rimarrebbe di fatto inchiodato al risultato del 22 settembre (25,7%).

A subire un ulteriore crollo rispetto all'8,4% fatto registrare nel voto di domenica scorsa sarebbe il partito ecologista, che in caso di nuove elezioni precipiterebbe al 7%, mentre a fare il suo ingresso al Bundestag, mancato di un soffio con il 4,7%, sarebbe il partito anti-euro "Alternative fuer Deutschland" (AfD), quotato attualmente al 5%, esattamente quanto basta per scavalcare la soglia di sbarramento. Un balzo in avanti lo compirebbe anche la Linke, che passerebbe dall'8,6% al 10%, mentre a rimanere fuori dal Bundestag sarebbero ancora una volta i liberali della Fdp, che sprofonderebbero al 3%, rispetto al 4,8% gia' ottenuto di recente, ed i Piraten, quotati al di sotto del 3%, ma che domenica scorsa hanno ottenuto il 2,2%.

Per il resto, la maggioranza dei tedeschi (55%) si dice soddisfatta del risultato offerto dalle urne, mentre ad essere scontento e' il 41%. Quasi tre tedeschi su quattro (72%) respingono l'ipotesi di un governo minoritario guidato dalla Merkel, auspicato solo dal 21% dell'elettorato, con il 7% che non ha opinioni in proposito. La soluzione preferita dai tedeschi rimane quella di un governo di Grosse Koalition tra Cdu/Csu e Spd, con il 25% che non l'approva ed il 14% di indifferenti. Una coalizione tra il partito della Merkel ed i Verdi incontra invece i favori solo di un elettore su tre (32%), con il 43% di contrari ed il 22% di indifferenti. A rifiutare un governo di sinistra comprendente la Linke sono due tedeschi su tre (67%), con il 22% che lo vedrebbe invece con favore ed il 10% di indifferenti.

Tags:
germaniagrande coalizione
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.