A- A+
Esteri
"Il radar e l'avvertimento. Era un drone nemico Houthi, lo abbiamo abbattuto"

Mar Rosso, gli Houthi puntavano alla nave della marina militare italiana. "Sei colpi e poi la conferma: drone nemico abbattuto"

La nave della marina militare italiana Caio Duilio stava per essere attaccata dagli Houthi, un drone in rapido avvicinamento puntava dritto verso l'imbarcazione. Il capitano di vascello Andrea Quondamatteo racconta quei concitati momenti vicino alle coste yemenite. "A un tratto - spiega Quondamatteo a Il Corriere della Sera - c’è arrivato un "eco radar" sconosciuto, il segnale era a 8 miglia di distanza. Un profilo in movimento, a bassa quota e in rapido avvicinamento. Minaccioso. Un drone? Un missile? Un aereo? Così, prima gli abbiamo lanciato delle chiamate di avvertimento, invitandolo a cambiare rotta. Ma non c'è stata nessuna risposta. Era già tramontato il Sole e sul Mar Rosso era buio. Si avvicinava sempre di più, oramai era a 6 miglia, a quel punto tramite le telecamere a infrarossi abbiamo capito che non era un aereo alleato.

Leggi anche: Italia in guerra, gli Houthi attaccano la nave Duilio: abbattuto un drone

Leggi anche: Crosetto: "Serve l'esercito Ue. Vannacci deve sottostare alle regole militari"

"I sensori di bordo - prosegue il capitano a Il Corriere - hanno inquadrato un drone della stessa tipologia e comportamento di quelli che nei giorni scorsi si sono resi autori degli attacchi al traffico mercantile in area. E a quel punto era ormai a 4 miglia, non c’era altro da fare. Così ho preso la decisione. Dovevo difendere la mia nave e il mio equipaggio e ho dato il comando all’operatore del radar di tiro: il cannone di prora dritta ha sparato 6 colpi, dopo pochi secondi l’apprezzamento ottico ci ha confermato l’abbattimento. Nave Duilio ha reagito per autodifesa".






in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.