A- A+
Esteri
Iran, Nyt: "Ucciso il numero 2 di Al Qaeda". Ma Teheran smentisce

Nyt: “Ucciso il numero due di Al Qaeda dal Mossad in Iran”

Il numero due di Al Qaeda, incriminato negli Stati Uniti per gli attentati del 1998 contro le ambasciate americane in Tanzania e Kenya, è stato ucciso in Iran ad agosto, in una missione segreta dell'intelligence israeliana. Lo scrive il New York Times senza ancora conferme ufficiali. Abdullah Ahmed Abdullah, che era sulla lista dell'Fbi dei terroristi più ricercati, è stato colpito e ucciso a Teheran da due agenti israeliani a bordo di una motocicletta per volere degli Stati Uniti, hanno confermato al quotidiano di New York alcuni funzionari dell'intelligence. L'attacco, avvenuto il 7 agosto in occasione dell'anniversario degli attentati in Africa, non è stato pubblicamente riconosciuto da nessuno tra Stati Uniti, Iran, Israele e Al Qaeda. L'anziano leader di Qaeda, che si faceva chiamare Abu Muhammad al-Masri, è stato ucciso insieme a sua figlia, Miriam, la vedova del figlio di Osama bin Laden, Hamza bin Laden, sempre secondo il Nyt. 

Le autorità federali statunitensi avevano offerto una ricompensa di 10 milioni di dollari per qualsiasi informazione che avesse portato alla sua cattura.Secondo il New York Times, Abdullah era il "pianificatore operativo più esperto e capace non sotto custodia degli Stati Uniti o degli alleati", secondo un documento altamente classificato fornito dal Centro nazionale antiterrorismo degli Stati Uniti nel 2008. Gli attentati alle ambasciate statunitensi in Kenya e Tanzania nel 1998 provocarono la morte di 224 persone e il ferimento di oltre 5 mila. Abdullah era stato incriminato da un gran giurì federale degli Stati Uniti nello stesso anno per il suo ruolo nell'attacco. 

Teheran, la smentita dal governo 

Le notizie pubblicate dal New York Times, secondo cui il numero 2 di Al-Qaeda è stato segretamente ucciso a Teheran, sono basate su "informazioni inventate". Lo dice un portavoce del ministero degli Esteri di teheran, smentendo la presenza sul territorio iraniano di Abdullah Ahmed Abdullah, noto anche come Abu Muhammad al-Masri.I nemici dell'Iran, Stati Uniti e Israele, "collegano l'Iran ai gruppi terroristici con le menzogne e divulgando informazioni inventate ai media", si legge in una nota. 

 

 





 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    irannytal qaedateheransmentita
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

    Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.