A- A+
Esteri
Nuova strage dell'Isis in Iraq: 25 morti


Continuano a mietere vittime gli attentati suicidi dello Stato Islamico. Durante lo scontro con le forze governative ad Anbar sono stati uccisi 25 membri della sicurezza iracheni altri 34 sono rimasti feriti. Secondo una fonte della sicurezza provinciale, sono stati due gli attentati suicidi della zona: il primo per mano di un attentatore che ha guidato il proprio camion carico di esplosivi contro una base militare nella zona di Albu Aytha, a 110 chilometri da Baghdad, e poi si è fatto esplodere, il secondo per mano di un altro attentatore che ha lanciato il suo veicolo carico di esplosivi contro una base militare nel villaggio di Albu Aziz a nord-est della città di Falluja controllata dai militanti, provocando la morte di dieci uomini tra soldati e membri di Hashd Shaabi.

Tags:
isisiraq
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.