A- A+
Esteri
L'Isis ora ha la sua banca. Prestiti senza interessi

Anche il califfato islamico dello sceicco Abu Bakr al Baghdadi ha la sua banca: ha aperto i battenti in un quartiere ad "est di Mosul" con tanto di targa con la scritta "Banca Islamica" dove, come impongono i precetti dell'Islam puro, "i prestiti si concedono senza interessi". A riferire dall'ultima iniziativa degli uomini neri del califfato sono gli abitanti della stessa città di Mosul, caduta lo scorso agosto nelle mani dello Stato islamico (Isis), come riporta il sito d'informazione iracheno Kitabat.com.
A quanto raccontano le fonti del sito, l'Isis ha dovuto aprire la banca "per far fronte al deterioramento delle banconote", soprattutto quelle di piccolo taglio, "che non vengono più accettate dai commercianti". E così i militanti dell'Isis, che fungono da impiegati, hanno permesso ai clienti di cambiare le banconote da 250 dinari (pari a meno di un dollaro) fino a quelle da 5mila. A ogni abitante della città non è permesso, comunque, di cambiare più di 25mila dinari al giorno (ovvero circa 20 dollari). Non è chiaro però, secondo questi abitanti, da dove l'organizzazione si sia rifornita di "banconote nuove".
"Per matrimoni, cure mediche e acquisto di automobile" la Banca concede prestiti "senza interessi" fino a "due milioni di dinari" (circa 1.700 dollari). Gli abitanti riferiscono anche che gli uomini del califfato hanno cominciato a distribuire a ogni cittadino "una tessera annonaria" per il valore simbolico dell'equivalente di 2,6 dollari. L'edificio che ospita la prima Banca "ha due ingressi; uno per gli uomini e uno per le donne", dicono le fonti.
"L'organizzazione si comporta come se fosse uno Stato indipendente, stabile e sovrano - ha raccontato un 45enne abitante della città - e non sembra affatto pensare di dover abbandonare la sua idea di califfato anche se dovesse scorrere tutto il sangue dell'Iraq".

Un raid aereo della coalizione internazionale a guida Usa ha colpito una riunione di miliziani dell'Isis a Mosul, nel nord dell'Iraq. Lo riferisce Al Arabiya citando fonti della sicurezza, secondo le quali diversi miliziani, tra cui alcuni capi del gruppo estremista, sono morti nel bombardamento.

Tags:
isisbanca
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.