A- A+
Esteri


 

Netanyahu

Il premier designato israeliano Benjamin Netanyahu è riuscito a trovare un accordo per la formazione di un governo di colazione dopo le elezioni del 22 gennaio scorso. A sbloccare la situazione l'assegnazione del ministero dell'Istruzione alla formazione laica e centrista Yesh Atid di Yar lapid (la sorpresa del voto). Intesa che lascera' fuori dal governo per la prima volta da anni le formazioni della destra religiosa. Lo riferiscono i media israeliani. A tre giorni dalla scadenza dei termini concessigli dalla legge Netanyahu ha ottenuto oltre ai 31 deputati della lista Likud-Beitenu, potra' contare su almeno 68 seggi su 120 alla Knesset. Ai suoi si aggiungono i 19 parlamentari di Lapid e i 12 dell'estrema destra laica nazionalista 'Casa Ebraica' di Naftali Bennett, cui si sommano i 6 voti del centrista Hatnua di Tzipi Livni, ministro della Giustizia in pectore, la prima formazione ad aver accettato l'offerta di Netanyahu. A questi si protrebbero aggiungere all'ultimo due parlamentari di Kadima. I leader si vedranno in serata per formalizzare l'accordo.

Tags:
israelelapidgoverno
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.