A- A+
Esteri
La Francia prova a semplificare: da 22 a 14 super-regioni

Una riforma a tappe forzate. E' questa l'idea di Francois Hollande per rilanciare una riforma territoriale ormai in stallo, dopo una disputa di cinque anni. Il presidente francese ha riunito attorno a un tavolo i ministri Bernard Cazeneuve, Marylise Lebranchu e André Vallini. La riforma territoriale continua a scatenare accese discussioni, fino all'ultimo momento. Mira infatti a ridurre il costo dell'organizzazione dello stato, ritenuto troppo complesso. Una sorta di "millefoglie" non più sostenibile. "E' giunto il momento di semplificare - ha spiegato Hollande - Dobbiamo muoverci in fretta, perché non ci è permesso di tergiversare su un tema così importante per il futuro del Paese". In effetti il cambiamento pare epocale: 14 super regione invece delle 22 aree metropolitane attualmente presenti. Le Regioni avranno competenze più ampie nella gestione economica, e con più poteri.

Tags:
francia
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.