A- A+
Esteri
Libia, liberato Vallisa il tecnico rapito il 5 luglio

"Il tecnico italiano della ditta Piacentini rapito in Libia a Zwara il 5 luglio 2014" e' stato liberato "ed e' in volo per l'Italia". Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, che in una nota ha espresso "profonda soddisfazione". Il titolare della Farnesina ha anche "ringraziato calorosamente tutti coloro che hanno lavorato per il felice esito della vicenda.

Tale risultato e' il frutto di un gioco di squadra dell'Unita' di Crisi del ministero degli Esteri, dei nostri Servizi d'informazione e dell'ambasciata d'Italia a Tripoli (l'unica legazione occidentale ancora aperta a Tripoli, ndr). A tutti esprimo il mio piu' vivo apprezzamento per la dedizione e la professionalita' dimostrata e per l'efficace e paziente azione. Un particolare ringraziamento alla famiglia per la fiducia nel lavoro delle Istituzioni".

Tags:
libiavallisagentiloni
in evidenza
Ary, la tigre della Bielorussia pronta a 'sbranare' Magda Linette

Australian Open bollente

Ary, la tigre della Bielorussia pronta a 'sbranare' Magda Linette


in vetrina
Barceló Hotel Group: rafforzato il management in Italia

Barceló Hotel Group: rafforzato il management in Italia


motori
Renault “elettrizza” il Salone Rétromobile 2023

Renault “elettrizza” il Salone Rétromobile 2023

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.