A- A+
Esteri
Libia, Isis dietro l'attacco a oleodotto. Taglio produzione di 100mila barili

Dietro l'attentato dinamitardo che ha colpito l'oleodotto libico Waha Oil Company, che porta della il greggio dal giacimento di Zaggut nel sud della Cirenaica al terminale di Sidra, sulla costa della regione orientale, ci sono cellule di Isis, ancora attive nel paese nordafricano dopo la debacle a Derna e Sirte. Lo riferisce il colonnello Muftah Amgharief, delle forze di sicurezza petrolifere all'agenzia statunitense Associated Press. Il comando e' arrivato a bordo di due veicoli e ha poi minato l'impianto con gli esplosivi all'altezza di Marada. L'attacco, che ha innescato un incendio con una densa colonna di fumo che si eleva dalla conduttura squarciata, causera' nell'immediato una riduzione dell'esportazione petrolifero libico di 70.000-100.000 barili al giorno su una capacita' della condotta di 250.000 barili. Lo riferisce la societa' petrolifera statale National Oil Company (Noc) di cui la Waha e' una sussidiaria che lavora con gli americani di ConocoPhillips, Hess, e Marathon Oil all'oleodotto. Secondo la Noc la produzione attuale di greggio in Libia era risalita a quota 970.000 barili al giorno, ancora lontana dagli 1,6 milioni prima della caduta del regime di Muammar Gheddafi nel 2011. Con riserve stimate in 48 miliardi di barili, la Libia insieme alla Nigeria, e' uno dei Paesi Opec al momento esclusi dal taglio alla produzione, concordati con potenze non del cartello come la Russia per far risalire i corsi petroliferi. Gia' stasera il petrolio - solo per la notizia dell'attentato - ha chiuso in rialzo del 2,6% al Nymex di New York il Wti a 59,97 dollari al barile, mentre il Brent e' progredito dell'1,47% a 66,72 dollari al barile. 

Tags:
libia isis oleodottoisis oleodotto libialibia attacco oleodotto
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.