A- A+
Esteri
Marco Rizzo: "Certa sinistra ha finito per rincorrere il Papa...". Intervista

Intervista con Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista.           

D. Nel recente viaggio nelle repubbliche baltiche Papa Bergoglio  ha nuovamente messo in luce l'equiparazione tra comunismo e nazismo. Che ne pensa?
R. E' una storia vecchia, dai tempi della guerra fredda dove si voleva dimenticare l'apporto fondamentale dato dall'Armata Rossa nel liberare l'Europa e nel battere la bestia nazista. La dottrina e l'azione comunista sono sempre state diametralmente opposte a quella nazista, in primo luogo nella determinazione dei rapporti di potere in termini di classe, per non parlare della generalizzazione dello sterminio di un'intera razza da parte dei nazisti, inconcepibile per i comunisti in qualunque contesto storico.

D. Eppure Papa Bergoglio sembra molto vicino alla dottrina sociale legata alle classi meno abbienti ed al lavoro. Anche rispetto a questo avete da dire?
R. Il Papa si rende conto della crescente ingiustizia sociale che esiste nel mondo, ma forse proprio per questo tende a chiedere un capitalismo mitigato, quando invece è sotto gli occhi di tutti che i margini del riformismo sono finiti, ed oggi l'alternativa è tra l'ulteriore concentrazione di capitale dovuta alla globalizzazione capitalista o una reale alternativa di sistema in senso socialista. Il Papa d'altronde fa il Papa, i comunisti fanno i comunisti. Negli ultimi anni certa sinistra ha finito per rincorrere il Papa perchè ha abbandonato i suoi riferimenti ideologici. La carità è una cosa, il socialismo un'altra.

D. I paesi baltici sono ormai parte integrante dell'Unione Europea, i comunisti come si pongono rispetto alla possibile entrata dell'Ukraina nel consesso europeo?         
R. L'Ukraina è di fatto ormai uno stato reazionario dove qualunque opposizione non solo comunista ma anche vagamente progressista viene duramente repressa, numerose sono le manifestazioni violente di carattere apertamente nazista che si manifestano quasi quotidianamente. Vorrei in tal senso ricordare la nostra massima solidarietà e vicinanza al Partito Comunista della repubblica popolare di Donetsk per il vile attentato esplosivo che, solo poche ore fa, li ha sorpresi durante il congresso, con il ferimento di tre compagni, tra cui Igor Khakimzyanov,  candidato alla guida della Repubblica dopo la uccisione di Zakharchenko alla fine di Agosto. Di tutto questo i media occidentali non parlano nella maniera più assoluta confermando la tesi dei "due pesi e due misure".

Commenti
    Tags:
    rizzo
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Opel Mokka First Edition, ordinabile solo on line

    Nuovo Opel Mokka First Edition, ordinabile solo on line


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.