L'Oceano Pacifico porta sempre meno bene il suo nome.  Per mesi ci sono stati innumerevoli incidenti, provocazioni e intimidazioni tra la Cina e i suoi vicini.  L'ultimo episodio è sintomatico di questa preoccupante escalation: il 23 novembre Pechino ha introdotto una 'zona di identificazione aerea' su gran parte del Mar Cinese orientale ( comprendendo in particolare il piccolo arcipelago Isole Senkaku, amministrate dal Giappone e rivendicate dalla Cina). Per protestare contro questa iniziativa, gli americani, i giapponesi e i sudcoreani hanno inviato aerei militari

Questa controversa vicenda  mostra come l' Asia  e il Pacifico siano l'epicentro di grandi tensioni strategiche . Da un lato la Cina ambisce a esprimere più chiaramente le proprie ambizioni di potenza regionale . Dall'altra parte,  l'America di Obama che non perde occasione per dimostrare la sua forza in questa zona. Tra i due Paesi si inseriscono Giappone, Corea del Sud, Vietnam, Filippine, Indonesia - che chiudono fila dietro lo scudo americano, per proteggere i crediti cinesi.

Questo cocktail è ancora più esplosivo rispetto a tutti i paesi di questa zona per i forti movimenti nazionalisti , alimentati dal ricordo del passato così come da rivalità economiche tragedie. In Giappone , il primo ministro Shinzo Abe , non nasconde la sua ambizione. La posta in gioco è alta. perchè  la guerra fredda in Asia non è mai finita.

 

2013-12-02T15:29:22.427+01:002013-12-02T15:29:00+01:00truetrue1546116falsefalse353Esteri/esteri4130980015462013-12-02T15:29:22.487+01:0015462013-12-02T16:02:40.053+01:000/esteri/mare-cinese021213false2013-12-02T16:02:33.073+01:00309800it-IT102013-12-02T15:29:00"] }
A- A+
Esteri
senkaku (9)
 

L'Oceano Pacifico porta sempre meno bene il suo nome.  Per mesi ci sono stati innumerevoli incidenti, provocazioni e intimidazioni tra la Cina e i suoi vicini.  L'ultimo episodio è sintomatico di questa preoccupante escalation: il 23 novembre Pechino ha introdotto una 'zona di identificazione aerea' su gran parte del Mar Cinese orientale ( comprendendo in particolare il piccolo arcipelago Isole Senkaku, amministrate dal Giappone e rivendicate dalla Cina). Per protestare contro questa iniziativa, gli americani, i giapponesi e i sudcoreani hanno inviato aerei militari

Questa controversa vicenda  mostra come l' Asia  e il Pacifico siano l'epicentro di grandi tensioni strategiche . Da un lato la Cina ambisce a esprimere più chiaramente le proprie ambizioni di potenza regionale . Dall'altra parte,  l'America di Obama che non perde occasione per dimostrare la sua forza in questa zona. Tra i due Paesi si inseriscono Giappone, Corea del Sud, Vietnam, Filippine, Indonesia - che chiudono fila dietro lo scudo americano, per proteggere i crediti cinesi.

Questo cocktail è ancora più esplosivo rispetto a tutti i paesi di questa zona per i forti movimenti nazionalisti , alimentati dal ricordo del passato così come da rivalità economiche tragedie. In Giappone , il primo ministro Shinzo Abe , non nasconde la sua ambizione. La posta in gioco è alta. perchè  la guerra fredda in Asia non è mai finita.

 

Tags:
cinamar cinesepericolo
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Intervista alla moglie di Amendola

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.