A- A+
Esteri
"Muslim Ban, la Corte d'appello conferma il no. Trump: ci vediamo in tribunale

Prima telefonata Usa-CinaDonald Trump fa retromarcia con Pechino e accetta di onorare la tradizionale linea politica  americana che da decenni riconosce "una sola Cina", su richiesta del presidente Xi Jinping, con cui ha avuto una telefonata "lunga ed estremamente cordiale". Lo rende noto la Casa Bianca. In passato il presidente Usa aveva 'flirtato' con la ribelle 

Taiwan sostenendo di non prendere ordini da Pechino e di non sentirsi vincolato alla politica di una sola Cina fin quando Pechino non fara' concessioni commerciali.

 

La Corte d'appello federale di San Francisco ha respinto all'unanimità la richiesta del governo di reintrodurre il 'muslim ban', sospeso il 29 gennaio scorso. Ma Donald Trump non si arrende e preannuncia che la battaglia legala va avanti. "Ci vediamo in tribunale, la sicurezza della nostra nazione è in gioco", ha scritto su twitter il presidente degli Stati Uniti, che poi, parlando con i giornalisti, ha aggiunto: "E' una decisione sulla quale vinceremo facilmente, secondo me".

Nella sentenza lunga 29 pagine, i tre giudici hanno respinto all'unanimità la tesi del dipartimento della Giustizia secondo cui il presidente è l'unico a poter decidere la politica sull'immigrazione. La Corte del Nono circuito ha poi sottolineato come "non ci siano prove che stranieri provenienti da uno dei Paesi citati nell'ordine" (Sudan, Siria, Iran, Iraq, Yemen, Libia e Somalia) abbiano commesso atti di terrorismo negli Stati Uniti.

"Da una parte - scrivono ancora - la popolazione ha un forte interesse nella sicurezza nazionale e nella capacità di un presidente eletto di attuare le sue politiche. Dall'altra, c'è anche un interesse alla libertà di viaggiare, evitando separazioni di famiglie, ed alla libertà dalle discriminazioni". Il dipartimento di Giustizia si è per il momento limitato a far sapere che "sta valutando la decisione" presa dalla Corte di San Francisco "e considerando le opzioni".

Tags:
muslim ban corte d'appellotrump muslim ban
in evidenza
Jo Squillo in burqa per le donne La protesta scade nel ridicolo

GF VIP 2021

Jo Squillo in burqa per le donne
La protesta scade nel ridicolo

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.