A- A+
Esteri
Corea del Nord (11)

Il novello 'dottor Stranamore' nordcoreano, Kim Jong-un, torna ad usare toni minacciosi da 'fine del mondo' per intimidire Stati Uniti e Corea del Sud. Le forze armate di Pyonguang fanno sapere di aspettare solo "l'ordine finale" del leader supremo per lanciare un attacco, per "trasformare in un batter d'occhio i regimi marionetta degli Stati Uniti e della Cora del Sud in un mare di fuoco", riferimento all'uso di ordigni nucleari.

Cosi' scrive il 'Rodong Sinmun' ( www.rodong.rep.kp ), quotidiano ufficiale del 'Comitato Centrale del Partito dei Lavoratori della Corea', riecheggiando le minacce dei giorni scorsi di un attacco nucleare contro Seul e Washington dopo l'adozione di nuove sanzioni all'Onu - per la prima volta in accordo con la Cina, l'unico alleato di Pyongyang - in risposta al terzo test nucleare del 12 febbraio scorso.

"Le nostre unita' militari, l'esercito, la marina, e l'aeronautica, quelle anti-missile e le forze di lancio dei missili strategici, che sono gia' nella fase finale di approntamento della guerra totale, stanno aspettando solo l'ordinale finale d'attacco", prosegue la voce ufficiale del regime.

Il tutto alla vigilia di 10 giorni di manovre simulate al computer (giochi di guerra) Usa-Corea del Sud e a 9 giorni dall'inizio di effettive esercitazioni militari congiunte tra le forze sudcoreane (10.000 soldati) e statunitensi (3.500), nome in codice 'Foal Eagle, iniziate il primo marzo e che proseguiranno fino alla fine del mese.

Da Seul si attendono un prova di forza dimostrativa da Pyongyang, come il lancio di un nuovo missile balistico intercontinentale, come quello 'sparato' il 12 dicembre scorso. Ma dal Sud avvertono che se stavolta dovesse violare il loro spazio aereo sono determinati a reagire.

Il presidente sud-coreano, signora Park Geun-Hye, ha riunito il gabinetto ministeriale questa mattina, il primo da quando ha assunto le sue funzioni due settimane fa, sullo sfondo di una crescente tensione con la Corea del Nord. Il presidente ha giudicato la situazione "molto grave" e ha promesso di rispondere "con fermezza" a qualsiasi provocazione del regime di Pyongyang.

Il nuovo gabinetto sudcoreano deve essere ancora completato e il presidente Park deve confermare le figure chiave proprio della difesa: il ministro della Difesa, il consigliere per la sicurezza nazionale e il capo dell'intelligence: "In questo momento di crisi, fra le minacce proferite dal Nord... La situazione è davvero complicata e mi dispiace per il nostro popolo", ha detto Park.

Oggi sono iniziate le manovre militari congiunte della Corea del Sud con gli alleati americani, che vedono impegnati nelle esercitazioni oltre 13mila soldati dei due paesi.

La Corea del Nord ha minacciato una "guerra totale" e ha interrotto il "telefono rosso", il canale di comunicazione con Seoul in caso d'urgenza. Dopo il voto della settimana scorsa dell'Onu con l'approvazione di nuove sanzioni, Pyongyang ha fatto sapere di considerare ormai nulli "tutti gli accordi di non aggressione tra Nord e Sud". Il Rodong Sinmun, il quotidiano del partito comunista nord-coreano, ha annunciato nella sua edizione di oggi la "fine completa" dell'accordo di armistizio del 1953.
 

Tags:
corea
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.