A- A+
Esteri
Obama: Angela è stato il partner più affidabile. Se fossi tedesco, la voterei

Barack Obama conclude in Germania il suo ultimo valzer europeo, il giro di visite ufficiali in qualità di presidente degli Stati Uniti. Parlando ancora per una volta da pari a pari con la cancelliera Angela Merkel. Così, da Berlino i due leader spediscono il loro messaggio d'augurio per una riaffermata solidarietà e cooperazione transatlantica, in termini commerciali ma soprattutto da alleati nella Nato, anche dopo che Donald Trump si sarà insediato alla Casa Bianca.

In conferenza stampa al termine del colloquio, Merkel ha ribadito quanto "solida e stretta" sia la relazione tra la Germania e gli Stati Uniti. "Abbiamo costruito molto assieme - ha detto la cancelliera riferendosi a Obama - e continueremo a costruire con la nuova amministrazione, farò tutto il possibile", anche se, ha aggiunto, nonostante i negoziati per l'accordo di libero scambio con gli Usa siano andati avanti, "adesso non possono essere conclusi". Da parte sua, Barack ha voluto anticipare l'annuncio della nuova candidatura di Angela per un nuovo mandato da cancelliera esprimendole il suo personale e speciale endorsement: "Se fossi tedesco e se potessi votare, sosterrei Angela Merkel. Ma spetta al popolo tedesco scegliere. Non avrei potuto chiedere un partner più saldo e affidabile sulla scena mondiale. La partner internazionale a me più vicina nei trascorsi 8 anni".

Ancora in riferimento al cambio in vita alla Casa Bianca, Merkel ha ricordato la sfida al cambiamento climatico, bollato da Trump come una "balla" messa in giro dai cinesi per danneggiare la competitività delle imprese statunitensi. "Il cambiamento dell'amministrazione americana - ha dichiarato la cancelliera - non dovrà ostacolare il nostro continuo sforzo" per combattere i cambiamenti climatici e "per coinvolgere la Cina", aggiungendo poi il suo personale ringraziamento a Obama per i "grandi progressi nella lotta al cambiamento climatico" e per il suo "impegno che ci ha portato agli accordi di Parigi".

Tags:
obama merkel
in evidenza
Jo Squillo in burqa per le donne La protesta scade nel ridicolo

GF VIP 2021

Jo Squillo in burqa per le donne
La protesta scade nel ridicolo

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.