A- A+
Esteri
Il Papa ai leader politici e religiosi Islam. "Condannate chiaramente il terrorismo"

L'occasione è il colloquio con i giornalisti durante il viaggio di ritorno dalla Turchia. Prima una stigmatizzazione del traffico di armi, "è terribile, è uno degli affari più forti in questo momento". Poi Papa Francesco si sofferma sulle motivazioni delle guerre, in particolare dell'attacco alla Siria che si voleva sferrare qualche mese fa. E dice: "L'anno scorso a settembre si diceva che la Siria aveva le armi chimiche: io credo che la Siria non fosse in grado di farsi le armi chimiche. Chi gliele ha vendute? Forse alcuni di quelli che poi l'accusavano di averle?".

Secondo il Papa, "su questo affare delle armi c'è tanto mistero". Sullo sfondo, un'umanità che continua a non imparare dai propri errori: "Sull'atomica - ha scandito Bergoglio - l'umanità non ha imparato. Dio ci ha dato la creazione perchè di questa incultura facessimo una cultura. L'uomo l'ha fatto ed è arrivato all'energia nucleare che può servire a tante cose buone, ma l'ha utilizzata anche per distruggere l'umanità". Il Pontefice ha poi aggiunto: ""Sono convinto che stiamo vivendo una terza mondiale a pezzi, a capitoli, dappertutto. Dietro di questo ci sono inimicizie, problemi politici, problemi economici, per salvare questo sistema dove il dio denaro e non la persona umana è al centro. E dietro ci sono anche interessi commerciali".

L'avvicinamento con Mosca. E Papa Francesco non crede che il legame tra Roma e Costantinopoli, sancito dalla sua visita in Turchia, possa dar fastidio al patriarca di Mosca Kirill, il terzo protagonista del dialogo tra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse. "Il mese scorso in occasione del Sindo è venuto come delegato il metropolita Ilarion e lui ha voluto parlarmi non come delegato al Sinodo ma come presidente della commissione del dialogo ortodosso cattolico. Abbiamo parlato un pò. Io credo che con l'ortodossia siamo in cammino, hanno sacramenti e successione apostolica, siamo in cammino".

Poi l'annuncio: "Voglio incontrare il patriarca di Mosca", ha confermato ai giornalisti. "Ma in questo momento con la guerra in Ucraina ha tanti problemi. Tutti e due vogliamo incontraci e andare avanti. Ilarione ha proposto per una riunione di studio della commissione il tema del primato. Si deve continuare la domanda di Giovanni Paolo II: aiutatemi a trovare una formula di primato accettabile anche alle Chiese ortodosse".

L'Armenia. "Una cosa che a me sta molto a cuore è la frontiera turco-armena: se si potesse aprire quella frontiera!". Il Papa affront il tema rispondendo a una domanda sul centenario del genocidio armeno, sempre negato dai turchi, che ricorrerà l'anno prossimo. "So che ci sono problemi geopolitici che non facilitano l'apertura - ha proseguito - ma dobbiamo pregare e aiutare che questo si faccia. L'anno prossimo si faranno tante cose per celebrare il centenario, ma è importante che si vada avanti anche con piccoli gesti".

L'Iraq. "Io in Iraq io ci voglio andare", continua Francesco. E confida di aver "parlato col patriarca Sako: per il momento non è possibile. Se in questo momento andassi si creerebbe un problema per le autorità, per la sicurezza". E il Papa parla anche di una eventuale visita "in un campo profughi: ci voleva un giorno in più e non era possibile per tante ragioni, non solo personali. Allora ho chiesto di stare con i ragazzi rifugiati ospitati dai salesiani".

Tags:
papaterrorismo
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.