A- A+
Esteri
Usa/ La maggioranza non vuole Trump-Clinton

Tutti a seguire passo passo l'arrivo dei dati sulle primarie Usa.
Certo sono importanti, perchè il governo Usa inciderà, come sempre, su tutto il mondo.

Però c'è qualcosa che non mi torna: ho l'impressione che questa farsa serva ad oscurare una verità che invece sarebbe chiarissima.

Tutti si preoccupano che possa diventare presidente degli Usa un ricco spaccone razzista che cita frasi di Mussolini.
A guardar bene quella frase non è di Mussolini, e a guardar bene si vedono altre notizie, che però i media nascondono, perchè stonerebbero con lo spettacolo in corso.

Una prima cosa che si vede negli articoli e nelle tabelle, ma non nei titoli, è che il grande consenso di cui godrebbe Trump è fasullo: non lo vota la maggioranza dei repubblicani e non lo voterebbe la maggioranza degli elettori.

La seconda cosa la si potrebbe leggere in un sondaggio della CNN, che si può leggere su:

http://www.huffingtonpost.it/2016/03/01/super-tuesday-clinton-trump_n_9355520.html?utm_hp_ref=italy

"... Da più parti si teme infatti che il suo radicalismo possa rivelarsi un¹arma controproducente alle elezioni del prossimo novembre. E le recenti polemiche sorte dal suo rifiuto di condannare nettamente il Ku Klux Klan e l¹ideologia del suprematismo bianco non fanno che alimentare quelle preoccupazioni. Il timore, insomma, è che una sua candidatura possa consegnare a mani basse la Casa Bianca ai democratici. Prospettiva confermata dall¹ultimo sondaggio Cnn/Orc, secondo cui, se il Paese andasse a votare oggi, sia Clinton che Sanders avrebbero la meglio su Trump. Nel dettaglio, secondo la rilevazione, Hillary batterebbe Trump col 52% delle preferenze contro il 44% del tycoon. Mentre il senatore Sanders otterrebbe il 55% dei voti contro il 43% dell'imprenditore. Diverso lo scenario se la nomination repubblicana fosse vinta da Rubio o Cruz. Secondo il sondaggio, Hillary perderebbe col primo, mentre col secondo sarebbe un testa a testa. Sanders batterebbe facilmente entrambi."

Scopriamo quindi che quel sondaggio rivela che presso gli elettori Usa non trionfano affatto nè Trump nè Clinton e che le primarie servono a nasondere questa verità e, verosimilmente, a portare alla presidenza Usa o la Clinton o un altro repubblicano, di cui non sappiamo niente.

Io lo ho scritto qui:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/02/primarie-usa-super-tuesday-trump-spazza-via-i-repubblicani-hillary-batte-sanders/2511587/

La situazione mi sembra molto diversa da come appare in questo articolo.

Segnalo due punti importanti che  non vengono trattati:
1) NON E' VERO CHE TRUMP TRIONFA. E' vero invece che i repubblicani oppositori a Trump sono la maggioranza ma non convergono su un candidato comune. Perciò in diversi stati succede che Trumo raggiunge la maggioranza relativa nelle primarie.
2) Secondo i sondaggi sulle successive elezioni presidenziali Sanders VINCEREBBE FACILMENTE CONTRO QUALSIASI AVVERSARIO REPUBBLICANO, che sia Trump, Cruz o Rubio, mentre invece la Clinton vincerebbe nettamente soltanto se l'avversario fosse Trump.
In USA e nel mondo si parla sempre molto dei sondaggi, ma in questo caso NO.

La sostanza è che gli apparati dei due partiti stanno puntando su uno scontro Clinton - Trump, mentre gli elettori stunitensi preferirebbero altri candidati. Mi dispiace non leggere niente di ciò.

 

Tags:
primarie usarepubblicanidemocratici
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.