A- A+
Esteri
Renzi e Hollande su migranti "pronti a lavorare insieme". Il premier: "No a isterie ed egoismi"

La giornata nazionale che l'Expo dedica alla Francia cade in un momento di tensione fra Roma e Parigi per la questione dell'immigrazione. Giornata che arriva dopo che la scorsa settimana la Francia ha chiuso le frontiere a Ventimiglia e l'Eliseo che ha ribadito il suo secco no al sistema delle quote. L'incontro fra il presidente del Consiglio, Matteo Renzi e il presidente francese, François Hollande è cominciato comunque con un abbraccio. Il primo ad arrivare è stato Renzi, alle 11. Ad accoglierlo molti visitatori che gli hanno stretto la mano e fatto "selfie" con il premier, in attesa che arrivasse la delegazione francese. Pochi minuti dopo è giunto anche Hollande.

Renzi e il numero uno dell'Eliseo mettono da parte le polemiche. "Sul caso di Ventimiglia non c'è mai stata tensione tra Italia e Francia" ha rassicurato Renzi, "talvolta la tensione scatta per le dichiarazioni di qualche ministro italiano o francese. Ma è la normalità di un fidanzamento di lungo corso. Non è un problema italiano o francese, ma un problema europeo". D'accordo Hollande, che però ha puntualizzato: "A Ventimiglia abbiamo solo applicato le regole di Dublino", aggiungendo subito dopo che "i rimpatri vanno fatti con mezzi europei, non può essere un compito che l'Italia deve assumersi da sola". Renzi ha quindi assicurato il rispetto di quel trattato, Dublino 2, che obbliga il Paese su cui approdano quanti hanno diritto d'asilo perché fuggono da guerre e persecuzioni a mantenerli sul proprio territorio. Ma ha chiesto all'Europa un approccio "intelligente e solidale" per superare quel penalizzante paletto. In sintonia con Hollande a ridiscutere l'intera materia nei prossimi appuntamenti, l'Eurosummit di lunedì a Bruxelles e il Consiglio europeo di giovedì. Fermo restando, per il presidente francese, che la soluzione non può essere la divisione dei rifugiati in quote da assegnare a ciascun Paese, perché "non ha senso".

Dopo il giro istituzionale fra i padiglioni, i due hanno quindi dato il via a Palazzo Italia all'incontro bilaterale. Fra i temi all'ordine del giorno, in particolare, quello dei migranti, come aveva già annunciato ieri il premier, ma anche la crisi greca. 

"In Europa" sul tema dei migranti "deve prevalere un binomio di solidarietà e responsabilità. No alle isterie: in Italia il numero di migranti è lo stesso dello scorso anno. Ma contemporaneamente 'no' ad egoismi di nessun genere", ha detto Renzi, nella conferenza stampa milanese. "Il Consiglio europeo potrà dare una mano per risolvere il problema dell'immigrazione. Non è un problema italiano o francese, ma un problema europeo - ha sottolineato ancora una volta Renzi -. Il problema non è solo a Ventimiglia, ma in molte parti dell'Ue". Anche per il presidente francese "non spetta all'Italia assumersi da sola la missione dei rimpatri" degli immigrati clandestini, ma "possono essere coinvolti altri Paesi". Per questo, ha chiarito Hollande, sarà la Ue a stabilire cosa dovrà essere fatto.

Tags:
hollanderenziexpo
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.