A- A+
Esteri
Russia, Navalny: "Chiuso in una specie di canile di cemento. Manca l'aria"

Russia, Navalny è finito in isolamento: lo hanno privato di tutto

La guerra in Ucraina continua senza sosta da sei mesi e l'attenzione dell'opinione pubblica si è concentrata sul conflitto armato ma in Russia c'è anche una questione politica aperta, il principale oppositori di Putin infatti è stato arrestato. Il racconto delle condizioni di detenzione fatto da Alexei Navalny descrive tutte le difficoltà che sta affrontando. Il politico ha reso noto di essere stato messo in una cella di "punizione" in seguito ai suoi sforzi per creare un sindacato nella prigione dove è detenuto. Navalny sta scontando una pena detentiva di nove anni in una colonia penale a regime rigoroso vicino alla città russa di Vladimir, con l'accusa di appropriazione indebita che lui ei suoi alleati affermano sia motivata politicamente.

Navalny, che ha 46 anni, ha descritto la sua cella così: "Come un minuscolo canile di cemento dove fa molto caldo e non c'è quasi aria. C'è solo una tazza e un libro nella mia cella. Ho solo un cucchiaio e un piatto durante i pasti. Una cuccetta di ferro - prosegue Navalny - viene abbassata dall'esterno usando una leva la sera e riposta la mattina presto quando portano via materasso e cuscino. Niente visite, niente lettere, niente pacchi. Questo è l'unico posto della prigione in cui è anche vietato fumare".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
navalnyrussia





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.