A- A+
Esteri

Gli svizzeri hanno bocciato la norma che puntava a limitare la remunerazione dei top manager a 12 volte la paga del salario piu' basso in un'azienda. E' quanto emerge dai primi risultati, ancora provvisori ma diffusi dalla tv locale, di un referendum. Il dibattito sulla norma varata a marzo per tenere a freno gli stipendi d'oro dei 'chief executive' delle aziende ha cavalcato una vena di malcontento serpeggiante tra gli svizzeri. L'iniziativa, soprannominata '1 a 12' e che fissava il rapporto giuridicamente vincolante tra le retribuzioni superiori e inferiori all'interno di un'azienda ha incontrato la dura opposizione della comunita' degli affari in Svizzera.

Tags:
svizzera
in evidenza
"Napoli-Kvara pazzeschi. Karius? Ci ho perso una scommessa e..."

Diletta Leotta ad Affari

"Napoli-Kvara pazzeschi. Karius? Ci ho perso una scommessa e..."


in vetrina
CDP Business Matching: al via nuovo network imprese fra Italia e USA

CDP Business Matching: al via nuovo network imprese fra Italia e USA


motori
Mercedes-EQ EQE-SUV 350 4Matic: compagna di viaggio ideale

Mercedes-EQ EQE-SUV 350 4Matic: compagna di viaggio ideale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.