A- A+
Esteri
Taiwan attiva i sistemi difesa: "La Cina ha lanciato missili"
(foto Lapresse)

Taiwan: Cina, esercitazione missilistica, "colpiti bersagli"

La Cina rivendica di avere effettuato "con successo" un'esercitazione missilistica al largo di Taiwan. "Tutti i missili hanno colpito il bersaglio con precisione", si legge nella nota emessa dal Comando orientale dell'Esercito Popolare di Liberazione, a firma del portavoce Shi Yi. "L'intera missione di addestramento di artiglieria e' stata completata con successo", aggiunge la nota.

Taiwan: manovre Cina, lanciati diversi missili balistici

La Cina ha lanciato diversi missili balistici Dongfeng nelle acque intorno alle coste nord-est e sud-ovest di Taiwan, a partire dalle 13:56 ora locale, ha annunciato il ministero della Difesa di Taiwan. Taipei ha affermato di aver attivato i relativi sistemi di difesa in risposta al lancio, aggiungendo di condannare l'azione irrazionale della Cina, secondo quanto riporta l'agenzia Reuters.

Taiwan: Giappone chiede a Cina "stop immediato" esercitazioni 

Il ministro degli Esteri giapponese, Yoshimasa Hayashi, ha chiesto lo "stop immediato" delle esercitazioni militari cinesi intorno a Taiwan, cominciate dopo che la presidente della Camera dei rappresentanti Usa, Nancy Pelosi, ha visitato l'isola. "Le azioni della Cina questa volta hanno un grave impatto sulla pace e la stabilita' della regione e della comunita' internazionale. Chiedo ancora una volta l'interruzione immediata di queste esercitazioni militari", ha detto Hayashi a Phnom Penh, dove sta partecipando a una riunione dell'Asean, l'Associazione delle nazioni del Sud-est asiatico.

Taiwan: Giappone, 4 missili cinesi hanno sorvolato l'isola 

Si ritiene che quattro dei cinque missili balistici cinesi caduti nella zona economica esclusiva del Giappone "abbiano sorvolato l'isola principale di Taiwan". Lo ha affermato il ministero della Difesa del Giappone. Tokyo ha presentato una protesta diplomatica con la Cina, mentre Pechino ritiene che le esercitazioni militari su larga scala siano avvenute nelle acque intorno a Taiwan.

Cina: arrestato cittadino taiwanese per attivita' "separatiste"

La polizia cinese ha arrestato un cittadino taiwanese residente nella citta' orientale di Wenzhou per la sua presunta partecipazione ad "attivita' separatiste" e per aver "messo in pericolo la sicurezza nazionale". L'arresto e' avvenuto ieri - nel giorno della partenza da Taipei della speaker della Camera Usa, Nancy Pelosi - ma e' stato riportato dai media locali solo oggi. Il sospettato, Yang Chih-yuan, e' nato nella citta' taiwanese di Taichung nel 1990 e, secondo l'agenzia di stampa ufficiale Xinhua, "difende l'indipendenza di Taiwan da tempo". Yang ha collaborato con altri per creare un'organizzazione "illegale" con l'obiettivo di "spingere affinche' Taiwan diventi uno stato sovrano e si unisca alle Nazioni Unite", e' l'accusa della Cina. Ieri, l'Ufficio per gli affari di Taiwan aveva annunciato "punizioni" per le organizzazioni "legate a elementi estremisti che cercano l'indipendenza" dell'isola e ha accusato la presidente di Taiwan, Tsai Ing-wen, e il suo Partito democratico progressista al potere, di "collusione con forze straniere" e "trascinamento di Taiwan nel disastro".

Taiwan: Cina circonda isola in maxi esercitazioni militari

L'Esercito popolare di liberazione cinese ha di fatto circondato Taiwan con le esercitazioni militari congiunte di Aeronautica e Marina senza precedenti, lanciate dopo la partenza dall'isola della speaker della Camera Usa, Nancy Pelosi. Lo riporta il quotidiano di Hong Kong, South China Morning Post. Le manovre militari - che andranno avanti fino a domenica - interessano sei aree, secondo quanto comunicato dal Comando orientale dell'Esercito cinese che sovrintende lo Stretto di Taiwan. Stando a fonti taiwanesi citate dall'agenzia Reuters, circa 10 navi e alcuni jet cinesi hanno gia' compiuto alcune incursioni, attraversando brevemente la linea mediana dello Stretto. Taipei, da parte sua, ha schierato sistemi missilistici per tracciare l'attivita' dell'aviazione cinese, mentre le navi della sua Marina sono rimaste vicine alla linea mediana per monitorare le manovre di Pechino.

Taiwan: Borrell, attivita' militari Cina "aggressive"

"Non e' giustificato usare una visita come pretesto per un'attivita' militare aggressiva nello stretto di Taiwan. E' normale e corretto che i legislatori dei nostri Paesi viaggino a livello internazionale. Invitiamo tutte le parti a mantenere la calma, a esercitare la moderazione e ad agire con trasparenza". Lo scrive su Twitter il capo della diplomazia Ue Josep Borrell, da Phnom Penh, in occasione di una riunione dei ministri degli Affari esteri dell'Asean.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cinamissilitaiwan





    in evidenza
    Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti

    Spot ancora invenduti a due settimane dall'evento. I prezzi

    Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti

    
    in vetrina
    Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1

    Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1


    motori
    GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

    GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.