A- A+
Esteri
Trump: "Francesco male informato. Ma il muro si farà"

Il giorno dopo il "muro contro muro", in senso letterale, tra papa Francesco e Donald Trump, sia il Pontefice che il magnate americano in corsa alle primarie Usa tra i repubblicani si adoperano per spegnere una polemica che sulle prime ha raggiunto toni molto accesi. L'innesco, le parole del Papa sulla dubbia cristianità di chi vuole erigere muri per tenere a debita distanza dal Grande Paese gli immigrati messicani. Riferimento al protestante presbiteriano Trump, che per tutta risposta ha definito "vergognose" le affermazioni di Francesco, diventato "pedina della politica". A seguire, il velenoso retweet di foto delle alte mura vaticane e il monito lanciato durante un evento elettorale in South Carolina: se issare la bandiera nera in San Pietro è l'obiettivo finale dello Stato Islamico, "il Papa dovrebbe pregare che Donald Trump diventi presidente, perché così questo non accadrà".

A chiarire in termini distensivi il senso delle parole di Francesco è il portavoce padre Lombardi, parlando a Radio Vaticana . "Il Papa ha detto quello che ben sappiamo, quando seguiamo il suo magistero e le sue posizioni: che non bisogna costruire muri, ma ponti. Il Papa lo dice da sempre, continuamente. E lo ha detto anche a proposito delle questioni delle migrazioni in Europa, moltissime volte. Quindi, non è affatto una questione specifica, limitata a questo caso. E' un suo atteggiamento generale, molto coerente con quello che è un seguire con coraggio le indicazioni del Vangelo di accoglienza e di solidarietà".

"Naturalmente - osserva Lombardi - questo poi è stato molto rilanciato, ma non è che volesse essere, in nessun modo, un attacco personale né un indicazione di voto". Per essere ancora più espliciti, prosegue il portavoce vaticano, nessun intervento a gamba tesa sulle primarie repubblicane. "Il Papa ha detto chiaramente che non entrava nelle questioni del voto nella campagna elettorale degli Stati Uniti. E ha anche detto, cosa che naturalmente non è stata molto ripresa, che lui diceva questo nel caso che fosse esatto e vero quello che gli era stato riferito, quindi dando il beneficio anche del dubbio a proposito di quello che gli è stato riferito delle espressioni del candidato repubblicano".

Quanto a Trump, la retromarcia è a dir poco frenetica e contraddittoria. Per il candidato repubblicano, ripreso da Cnn, il Papa ora è "a wonderful guy", una persona meravigliosa, che Trump si dice pronto ad incontrare "quando vuole". Perché non c'è alcuna "battaglia" in corso col Pontefice: "Penso che abbia detto qualcosa di molto più soft di quello riportato inizialmente dai media. E credo che sia stato male informato". Ma subito dopo aver detto che il "Papa è stato male informato", lo stesso Trump contraddice quest'ultima affermazione rinnovando i suoi propositi "edilizi". "Noi dobbiamo avere una frontiera - ha scandito -. Al momento non ne abbiamo una. Dobbiamo costruire un muro e lo faremo. Abbiamo bisogno di sicurezza. E' quello che chiedono i cittadini".

Tags:
trump
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles anticipa il futuro Full eletric con DS3 Crossback E-Tense

DS Automobiles anticipa il futuro Full eletric con DS3 Crossback E-Tense


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.