A- A+
Esteri
Ucraina: "Colpito bus di rifugiati", filorussi negano

"I miliziani filorussi hanno ucciso molti civili che tentavano di scappare da Lugansk. I civili sono stati colpiti con armi fornite dalla Russia. Molte persone sono rimaste uccise, inclusi donne e bambini". Lo afferma il portavoce della sicurezza ucraina Andriy Lysenko.

"La forza dell'esplosione è stata così potente che le persone sono bruciate vive all'interno del veicolo" ha affermato il portavoce dell'esercito ucraino Anatoly Proshin. Ogni giorno circa 500 persone scappano dalla città roccaforte dei miliziani assediata dall'esercito ucraino. Ma anche questa volta è guerra di accuse tra le parti: Kiev ha accusato i ribelli filorussi, che tuttavia negano ogni addebito. Uno scambio di accuse reciproche difficili da verificare, così come avvenuto venerdì scorso quando il presidente Poroshenko aveva annunciato che tank russi sconfinati in territorio ucraino erano stati colpiti dall'esercito di Kiev, notizia che tuttavia non ha trovato riscontri.

Intanto continuano a parlarsi le diplomazie, grazie ai colloqui a quattro avviati nel week end a Berlino. Ma sul terreno si continua a combattere, e l'esercito di Kiev continua a guadagnare posizioni.

Tags:
ucrainabusrifugiati
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.