A- A+
Esteri

Si aggrava il bilancio del bombardamento attribuito da Kiev all'artiglieria dei ribelli filorussi su Mariupol, nell'Ucraina orientale. Sono almeno 27 i civili morti e 97 i feriti, secondo fonti della municipalità. All'indomani dell'annuncio dei separatisti di non voler riprendere i negoziati, razzi Grad sono piovuti su un quartiere orientale della città industriale di 500.000 abitanti affacciata sul Mare di Azov, l'ultima grande città sotto il controllo ucraino nella regione di Donetsk. Gli ordigni hanno distrutto case e centrato un mercato. Tra i feriti dalle schegge anche una ragazzina di 12 anni. La municipalità di Mariupol ha invitato la cittadinanza a non cedere al panico. Mentre testimoni riferiscono di una città sotto shock, black out della telefonia mobile e impossibilità di raggiungere il quartiere bombardato per verificare che i parenti stiano bene.

Dopo aver negato inizialmente ogni responsabilità nella strage di Mariupol, i separatisti ne hanno poi rivendicato implicitamente la paternità. E' stato il presidente dell'autoproclamata repubblica di Donetsk, Aleksandr Zakharcenko, citato da Ria Novosti, ad annunciare che i filorussi hanno iniziato un'offensiva sulla città.  "Oggi - ha detto Zakharcenko, deponendo una corona di fiori in ricordo dei 13 civili uccisi a una fermata dell'autobus da un bombardamento, due giorni fa a Donetsk - è iniziata l'offensiva su Mariupol, sarà il miglior monumento a tutti i nostri caduti".

Mariupol è collocata lungo la strategica arteria che collega le regioni orientali controllate dai ribelli alla penisola di Crimea, annessa dalla Russia a marzo. La sua conquista da parte dei separatisti creerebbe un autentico ponte tra Crimea e Russia. Ad agosto l'esercito ucraino aveva faticato a respingere l'offensiva dei ribelli su Mariupol e le molte vittime avevano indotto il presidente, Petro Poroshenko, ad acconsentire alla tregua firmata il 5 settembre.

I ribelli controllano già l'aeroporto di Mariupol e stanno intensificando la loro offensiva per conquistare la città. Il bombardamento di un quartiere densamente popolato segue inoltre l'abbandono da parte dell'esercito regolare ucraino dell'aeroporto di Donetsk e la strage a una fermata dell'autobus provocata da colpi di mortaio, in cui sono morte almeno 13 persone. Strage di cui Kiev e i separatisti si accusano reciprocamente.

L'Osce ha annunciato di aver inviato propri osservatori a Mariupol per indagare sul bombardamento, condannato dall'Unione europea che attraverso il capo della sua diplomazia, Federica Mogherini, avverte: questa escalation rischia di deteriorare gravemente le relazioni con la Russia. "Chiedo alla Russia - ha aggiunto Mogherini in un comunicato - di usare la sua considerevole influenza e di interrompere ogni sostegno militare, politico e finanziario ai dirigenti separatisti per evitare consguenze disastrose". L'Unione europea potrebbe approvare nuove sanzioni contro Mosca, ma al momento di ufficiale c'è solo che a marzo i capi di Stato e di governo dell'Unione dovranno decidere se rinnovare quelle decretate all'inizio della crisi ucraina.

Tags:
ucraina
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.