A- A+
Esteri
Ucraina, vince il sì nel referendum sull'annessione a Mosca

Ucraina, nel referendun all'annesione a Mosca vince il "sì"

Manca solo lo spoglio delle schede del referendum della regione di Donetsk, ma le autorità pro-russe per le regioni ucraine di Zaporizhzhia, Kherson e Lugansk hanno rivendicato la vittoria del "sì" al referendum indetto per l'annessione alla Russia dopo l'occupazione militare.

La votazione è iniziata la scorsa settimana nelle aree occupate dalla Russia ed è considerata illegittima da Kiev e dalla comunità occidentale degli alleati dell'Ucraina. A Zaporizhzhia ha votato per l'annessione il 93,11% dei votanti, a Kherson l'87,05% mentre i dati di Lugansk sono ancora più alti: 98,42% di sì. Il vice presidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa, Dmitri Medvedev, su Twitter ha commentato: "Benvenuti a casa, in Russia".

Anche a Donetsk, la quarta regione in cui si sono tenuti "referendum" il sì ha vinto in maniera plebiscitaria. Il risultato scontato è stato annunciato dalle autorità separatiste e prorusse della regione dell'Est dell'Ucraina, con un risultato del 99,23% di sì all'annessione. L'Ucraina "agirà per difendere il suo popolo" nelle quattro regioni occupate da Mosca, che hanno votato nei "referendum", approvando con maggioranze schiaccianti l'annessione alla Russia. Lo ha detto in un video postato sui social network il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

"Agiremo per proteggere il nostro popolo nelle regioni di Kherson, Zaporizhzhia, nel Donbass, nelle zone occupate di Kharkiv e in Crimea", ha dichiarato dopo che le autorità filorusse hanno rivendicato i risultati il presidente, che in serata si era rivolto anche al Consiglio di Sicurezza dell'Onu. Nel video Zelensky ha aggiunto: "Nessuna azione criminale della Russia cambierà niente per l'Ucraina è chiaro e comprensibile che a queste condizioni Kiev non può negoziare con la Russia".

Le Nazioni Unite hanno ribadito il loro sostegno all'integrità territoriale dell'Ucraina nelle sue "frontiere riconosciute". La dichiarazione è emersa durante una riunione del Consiglio di sicurezza Onu dedicata ai referendum di annessione di alcune regioni dell'Ucraina alla Russia, che si sono conclusi oggi. Gli Stati Uniti hanno chiesto che l'Onu condanni questi referendum con una risoluzione.

"Lasciatemi ripetere che le Nazioni Unite restano completamente impegnati per la sovranità, l'unità, l'indipendenza e l'integrità territoriale dell'Ucraina, all'interno delle sue frontiere internazionalmente riconosciute", ha dichiarato la segretaria generale aggiunta dell'Onu per gli Affari politici, Rosemary Di Carlo, all'inizio della riunione, alla quale ha partecipato con un video anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, denunciando i "referendum-farsa", definendoli "un tentativo cinico di forzare gli uomini ucraini dei territori occupati a essere mobilitati nell'esercito russo per mandarli a combattere contro la loro stessa patria".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    moscareferendumrussiaucraina





    in evidenza
    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    La classifica comscore

    Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

    
    in vetrina
    Puglia, gelato da vegetali fermentati: a Polignano a Mare il nuovo ice-cream

    Puglia, gelato da vegetali fermentati: a Polignano a Mare il nuovo ice-cream


    motori
    Opel Experimental: ridefinisce il futuro dell'illuminazione automobilistica

    Opel Experimental: ridefinisce il futuro dell'illuminazione automobilistica

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.