BANNER

Tornano a soffiare venti di rivolta su Kiev, a quasi 10 anni dalla Rivoluzione arancione del 2004

. Centinaia di manifestanti si sono radunati in Piazza Indipendenza nella capitale ucraina per manifestare contro la decisione del governo di congelare la firma dell'accordo di associazione con l'Ue e di riprendere il dialogo con la Russia, Gli attivisti hanno annunciato l'intenzione di rendere permanente il raduno, ma un tribunale ha gia' fatto sapere che tende non possono essere erette nella piazza, mentre forze di polizia in tenuta anti-sommossa sono state schierate nella zona.

Tra i leader dell'opposizione scesi in piazza, anche il campione del mondo di pugilato, Vitali Klitschko, a capo del partito Udar e candidato alle presidenziali del 2015. Il riferimento alle tende riporta alla memoria quelle erette nel 2004 dai sostenitori dell'allora candidato alle presidenziali, il filo-occidentale Viktor Yushchenko che, all'indomani del voto, denuncio' brogli a favore dello sfidante Viktor Yanukovich, invitando gli attivisti a restare in piazza fino a quando non fosse stata concessa la ripetizione del voto. Richiesta accolta dalla Corte suprema con conseguente vittoria di Yushchenko il 26 dicembre dello stesso anno.

A quasi 10 anni di distanza, i manifestanti dell'opposizione sono tornati in piazza all'indomani della bocciatura da parte del Parlamento di tutte e sei le proposte che avrebbero permesso di liberare Yulia Timoshenko, l'ex pasionaria della Rivoluzione arancione che sta scontando in carcere una condanna a 7 anni per abuso di potere. Proprio questa era tra le richieste principali avanzate da Bruxelles per avviare il percorso di adesione. Contro un simile scenario, si e' era attivato il Cremlino, con il presidente Vladimir Putin che in un incontro segreto la settimana scorsa aveva ricordato a Yanukovich i vantaggi di aderire all'Unione doganale con Mosca e le ripercussioni negative in caso di accordo con l'Ue.

2013-11-22T18:34:17.777+01:002013-11-22T18:34:00+01:00truetrue1546116falsefalse353Esteri/esteri4130868315462013-11-22T18:34:17.853+01:0015462013-11-22T18:40:28.687+01:000/esteri/yulia-scatena-la-protesta-di-piazza221113false2013-11-22T18:40:31.233+01:00308683it-IT102013-11-22T18:34:00"] }
A- A+
Esteri

 

 

ucraina (7)

BANNER

Tornano a soffiare venti di rivolta su Kiev, a quasi 10 anni dalla Rivoluzione arancione del 2004

. Centinaia di manifestanti si sono radunati in Piazza Indipendenza nella capitale ucraina per manifestare contro la decisione del governo di congelare la firma dell'accordo di associazione con l'Ue e di riprendere il dialogo con la Russia, Gli attivisti hanno annunciato l'intenzione di rendere permanente il raduno, ma un tribunale ha gia' fatto sapere che tende non possono essere erette nella piazza, mentre forze di polizia in tenuta anti-sommossa sono state schierate nella zona.

Tra i leader dell'opposizione scesi in piazza, anche il campione del mondo di pugilato, Vitali Klitschko, a capo del partito Udar e candidato alle presidenziali del 2015. Il riferimento alle tende riporta alla memoria quelle erette nel 2004 dai sostenitori dell'allora candidato alle presidenziali, il filo-occidentale Viktor Yushchenko che, all'indomani del voto, denuncio' brogli a favore dello sfidante Viktor Yanukovich, invitando gli attivisti a restare in piazza fino a quando non fosse stata concessa la ripetizione del voto. Richiesta accolta dalla Corte suprema con conseguente vittoria di Yushchenko il 26 dicembre dello stesso anno.

A quasi 10 anni di distanza, i manifestanti dell'opposizione sono tornati in piazza all'indomani della bocciatura da parte del Parlamento di tutte e sei le proposte che avrebbero permesso di liberare Yulia Timoshenko, l'ex pasionaria della Rivoluzione arancione che sta scontando in carcere una condanna a 7 anni per abuso di potere. Proprio questa era tra le richieste principali avanzate da Bruxelles per avviare il percorso di adesione. Contro un simile scenario, si e' era attivato il Cremlino, con il presidente Vladimir Putin che in un incontro segreto la settimana scorsa aveva ricordato a Yanukovich i vantaggi di aderire all'Unione doganale con Mosca e le ripercussioni negative in caso di accordo con l'Ue.

Tags:
yuliaprotestapiazza
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.