A- A+
Green
Fridays for future, manifestazioni in 150 città italiane. Ecco la mappa

Clima: Fridays for future, in tutta Italia oltre 1 mln manifestanti

Considerando che a Roma ora sono circa 200 mila, a Milano anche, la stima del numero totale in Italia è di oltre un milione di persone". Lo ha dichiarato all'AGI Gianfranco Mascia di Friday for future. "Sono convinto - ha sottolineato - che per quanto riguarda le presenze supereremo la manifestazione dell'altra volta, quando avevamo raggiunto il milione di persone".

Fridays for future, manifestazioni in 150 città italiane. Ecco la mappa

In più di 150 città d'Italia oggi studenti e studentesse si riverseranno in piazza per il terzo sciopero globale per il clima di Fridays for Future Italia con l'adesione di Unione degli Studenti, Link - Coordinamento Universitario e Rete della Conoscenza. ''L'Assemblea delle Nazioni Unite é stata un fallimento - sottolinea Giacomo Cossu, coordinatore nazionale di Rete della Conoscenza - i potenti del pianeta non hanno intenzione di cambiare rotta per salvare il nostro futuro. Noi giovani continueremo a ribellarci contro questa classe politica, seguendo l'esempio di Greta e chiedendo che la giustizia climatica sia finanziata da chi si è arricchito con il modello economico insostenibile. Le multinazionali e i ricchi del pianeta devono contribuire alla riconversione ecologica più di tutti.  Eppure il governo italiano si limita alla retorica, mentre secondo le bozze di decreto Clima intende dare sussidi ambientali dannosi fino al 2040, una scelta inaccettabile''.

''Serve un cambio di rotta immediato che finanzi istruzione e ricerca per un altro modello di sviluppo sostenibile, per questo in più di 150 piazze del Paese siamo in corteo con Fridays for  Future Italia per il terzo global strike al grido Change the School to Change the System'', esordisce Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale dell'Unione degli Studenti. Per Camilla Guarino di Link Coordinamento Universitario "la conoscenza è fondamentale per cambiare il nostro modello economico e sociale insostenibile. Le università, attraverso la ricerca e il sapere scientifico, devono avere un ruolo centrale nell'indicare alla politica quali strade percorrere".

FRIDAYS FOR FUTURE, LA MAPPA DELLE CITTA' ITALIANE 

Roma (100mila persone in piazza)

"Se ci bloccano il futuro noi blocchiamo la città" questo il coro degli studenti in testa alla manifestazione.

Milano La giornata prevede la manifestazione studentesca inziale che prende il via da largo Cairoli alle 9.30 e il corteo studentesco effettua un percorso per il centro di Milano, con arrivo in piazza Duomo alle 12.30 circa. Dopo il corteo studentesco è la volta della vera e propria manifestazione cittadina per il clima: il ritrovo, alle 18.00, è sempre in largo Cairoli. Il percorso in questo caso si svolge in direzione opposta rispetto al corteo della mattina.

Torino Il corteo di Fridays For Future Torino si snoda da Piazza Statuto, alle 9.30  per concludersi in Piazza Vittorio. Anche qui, la Climateactionweek è stata intensa con numerosi flash mob organizzati durante la settimana dai ragazzi.

Venezia Si parte alle 8.30 da piazzale della Stazione dei treni Santa Lucia. In Veneto, oltre a Venezia, il corteo sfila anche a Verona, Treviso, Vicenza e Padova.

Bologna Il corteo parte alle 9.30 da Piazza San Francesco, i manifestanti sfilano su via Marconi, i viali di circonvallazione, Porta San Donato, via Belle Arti, via Moline, per arrivare in Piazza Verdi.

Parma Il ritrovo è fissato a barriera Bixio alle 9:30 con i giovani di Fridays For Future Parma che raggiungeranno in corteo piazza Garibaldi. All'iniziativa aderiranno le associazioni ambientaliste locali e le sigle sindacali Cisl e Cgil.

Genova Il corteo prende il via alle 9 circa da piazza del Principe, sosta di fronte a via Balbi 5, dove c'è il Palazzo dell'Università perché il  Rettore Paolo Comanducci, che ha concesso il patrocinio dell’Università di Genova all’iniziativa, firma pubblicamente la dichiarazione di emergenza climatica.

Firenze Il corteo si snoda nel cuore del centro storico, quasi 3 chilometri da piazza Santa Maria Novella a piazza Santissima Annunziata, che toccheranno i principali simboli della città da Palazzo Vecchio al Duomo.Il corteo porterà in strada studenti delle scuole (elementari, medie, superiori), quelli universitari (molti i collettivi studenteschi dell’ateneo fiorentino che hanno aderito), genitori, semplici cittadini ma anche il mondo dell’istruzione, grazie all’adesione della Flc Cgil Toscana che ha proclamato per venerdì una mobilitazione del personale della scuola e della ricerca.

Almeno 15 mila i giovani, dagli studenti universitari ai bambini delle elementari, che stanno partecipando al corteo di Fridays for future di Firenze.La partecipazione è la più ampia tra quelle registrate finora in Toscana alle iniziative legate alla protesta di Greta Thunberg. Il corteo, aperto dallo striscione "Siamo ancora in tempo a fermarli" e i ritratti di Matteo Salvini, Luigi Di Maio e del sindaco di Firenze, Dario Nardella, è partito alle 10 da piazza Santa Maria Novella ed ha raggiunto piazza della Repubblica, nel pieno centro della città, continuando a crescere per il continuo afflusso di partecipanti. 

Perugia Nell'università del capoluogo umbro, per consentire la massima partecipazione degli studenti al terzo sciopero per l'ambiente, il Senato Accademico, nella seduta del 24 settembre, ha deliberato la sospensione delle lezioni per l'intera giornata. L'appuntamento per il corteo è alle 9.00  in piazza Partigiani.

Ancona Nel capoluogo marchigiano niente corteo: alle 11.30 ci sarà un sit-in in piazza Cavour.

Napoli Il gruppo della città ha chiamato a raccolta per le 9 in Piazza Garibaldi, da dove il corteo si snoda su Corso Umberto, Via Monteoliveto e  Piazza Dante e chiede "cartelloni, vestiti colorati e strumenti musicali".

Bari La manifestazione parte alle 9 dal teatro Petruzzelli  per arrivare al parco Due Giugno, passando da ex Fibronit, ponti di Sant'Antonio e San Pio. L'hashtag è  #stacittàavacangià (questa città deve cambiare). Alle 14 i ragazzi consegnano al Sindaco Antonio Decaro le richieste attuative della dichiarazione di #emergenzaclimatica. Per parte sua il Comune di Bari ha accolto la richiesta dle movimento e i mezzi pubblici Amtab sono gratis per facilitare l'arrivo al Petruzzelli alle 9 e per promuovere il mezzo pubblico come alternativa all'automobile.

Reggio Calabria Il corteo parte alle 9.30 da Piazza De Nava e termina in Piazza Italia. Molte le adesioni dei sindacati. 

Cagliari Oltre 5mila, stamane a Cagliari, all’iniziativa promossa in occasione del terzo sciopero globale per il clima, organizzato dal movimento “Fridays for future” che riunisce varie associazioni ambientaliste, sociali e culturali. Presenti tantissimi studenti sardi degli istituti di ogni ordine e grado, giovani universitari e semplici cittadini. Tantissimi i messaggi ambientalisti, scritti in striscioni e cartelli mostrati dai partecipanti, tra cui quello all’inizio del corteo che recita “Vi sommergeremo prima del mare, vogliamo giustizia climatica e sociale”. I manifestanti sfilano in via Sonnino per dirigersi verso via Roma e viale Trieste.

Il corteo si concluderà davanti al palazzo della Regione, in viale Trento. L’obiettivo della manifestazione è di continuare a sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sulle conseguenze legate ai cambiamenti climatici in atto a livello mondiale. L’iniziativa cagliaritana è stata, però, promossa anche per chiedere l’abbandono del progetto di metanizzazione della Sardegna che, secondo i sostenitori locali del movimento, avrebbe un impatto negativo dal punto di vista ambientale. “Il metano - spiega Marco Piras, uno dei referenti di Friday for future di Cagliari - viene spacciato come un’energia pulita, ma non lo è affatto e, in alcuni casi, risulta pure più inquinante di altri tipi di combustibile.

Proponiamo che si porti avanti almeno uno studio sulle energie rinnovabili che possono sostituire i combustibili fossili”. Piras ammette che il movimento del Friday for future non ha “una soluzione assoluta per risolvere i problemi, ma ci sono vari esempi, come un progetto che qui in Sardegna sta portando avanti il comune di Benetutti, in provincia di Sassari, dove vengono utilizzati scarti di produzione alimentare per produrre energia a emissioni zero. Se questo progetto venisse implementato, grazie agli studi delle Università, potrebbe esteso a tutta l’Isola“.

Palermo "Cambiamo il sistema non il clima" migliaia di studenti palermitani allo Sciopero globale per il futuro. Partecipatissimo anche questo terzo appuntamento a Palermo del Friday for future che vede oggi una nuova mobilitazione globale contro il cambiamento climatico. Già dalle primissime ore della mattina gli studenti si sono ritrovati davanti le proprie scuole e, nella forma di cortei selvaggi, hanno attraversato le strade della città per giungere al concentramento di piazza Politeama creando grandi difficoltà alla viabilità.

Dietro lo striscione "Cambiamo il Sistema non il Clima" il folto spezzone di migliaia di studenti del liceo Umberto I, Ninnì Cassarà, Benedetto Croce, convitto Falcone, Almeyda, Ferrara, Vittorio Emanuele II, Vittorio Emanuele III, Garibaldi e Einstein sta attraversando le vie del centro. "Mentre c’è chi attraverso tutto questo arricchisce le proprie tasche, la stragrande maggioranza della popolazione conta i morti in casa e vive in condizioni di povertà. Dall'Osservatorio ONU si rileva che la crisi climatica produrrà 120 milioni di nuovi poveri entro il 2030", afferma Giovanni Siragusa studente del liceo scientifico Benedetto Croce ."La Sicilia vanta contemporaneamente tantissime aree con alti tassi di inquinamento nonchè i più alti tassi di disoccupazione giovanile in Europa. Il modello di sviluppo che ci propongono non è sostenibile e va fermato, cambiato. La risposta a tutto questo deve necessariamente arrivare dalle comunità, da chi i territori li abita e li ama. Noi giovani, poi, abbiamo una vita davanti, in ballo vi è il nostro futuro e per tal motivo vogliamo vivere questa battaglia in prima linea", afferma la studentessa del liceo Umberto I Ludovica Di Prima. 

Commenti
    Tags:
    fridays for futuremanifestazioni fridays for future
    in evidenza
    Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

    Le mosse del Milan campione

    Berardi ciliegina dello scudetto
    Leao deve 20 mln allo Sporting

    i più visti
    in vetrina
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


    casa, immobiliare
    motori
    Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

    Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.