A- A+
Green
Covid, +8% di imballaggi in plastica. Nel post lockdown cresce l'export: +27%

Covid,  +8% per gli imballaggi in plastica

Nel corso del 2019, secondo i dati forniti dal consorzio Corepla nel suo ultimo rapporto di sostenibilità, sono 2.083.880 le tonnellate di imballaggi in plastica immessi al consumo, che una volta diventati rifiuti sono stati avviati a riciclo (43,39%) a recupero energetico (48,63%) o a smaltimento (8% circa). 

Nel 2020 che cosa è successo? Nel 2020, sempre secondo i dati del consorzio nazionale per la raccolta, si evidenzia un incremento dell’8% dei quantitativi di rifiuti di imballaggio in plastica gestiti da Corepla nel bimestre marzo-aprile 2020, in rapporto allo stesso periodo del 2019; un aumento, quest’ultimo, in controtendenza rispetto alla riduzione dei consumi (-4%) e della produzione dei rifiuti urbani (-10/14%) del medesimo periodo. 

Covid, la quarantena e il comportamento dei consumatori

Come mai questa controtendenza? Gli osservatori di Corepla sottolineano come la quarantena abbia modificato il comportamento dei consumatori. Molti hanno privilegiato l’acquisto di generi imballati, acquisti online o ordini d’asporto.  Inoltre, sottolinea Corepla, nel secondo bimestre 2020 sono cresciuti anche i quantitativi sia dei rifiuti di imballaggio avviati a riciclo sia di quelli valorizzati tramite recupero energetico, con un aumento di primo piano del ruolo dell’export.

Covid, nel post lockdown l'export cresce del 27%

Le numerose chiusure, fa sapere Greenreport, hanno contribuito al brusco arresto dell’export dei rifiuti urbani, alla saturazione della capacità disponibile negli impianti nazionali ma anche al blocco del settore delle costruzioni, che ha fortemente ridotto l’utilizzo della frazione di imballaggi non riciclabili meccanicamente come combustibile nei cementifici. In sole 7 settimane di lockdown, rivela Greenreport, è stata bloccata l’esportazione di oltre 16.000 tonnellate di rifiuti urbani, circa 2.300 tonnellate a settimana.

Secondo Corepla le cause appena citate – unite alla saturazione della capacità disponibile negli impianti nazionali – nel secondo bimestre 2020 hanno provocato due effetti.  Da una parte, si legge su Greenreport, l’aumento della quota di rifiuti di imballaggio destinata a riciclo in impianti esteri (+27%, ovvero 3mila tonnellate) e dall’altra, la crescita della percentuale conferita a termovalorizzazione (circa 42mila tonnellate in più rispetto all’anno precedente). La chiusura di alcune settori operativi ha provocato anche la crescita del conferimento in discarica.

Covid, Corepla: "Carenze negli impianti, occorre intervenire" 

Giorgio Quagliuolo, presidente di Corepla, afferma: “Il sistema ha dato prova di grande resilienza, riuscendo ad individuare soluzioni senza ulteriori ripercussioni sulla collettività per garantire lo svolgimento del servizio essenziale anche in un momento di enorme criticità”. 

E aggiunge: “La tenuta del sistema è stata garantita grazie a interventi straordinari, che hanno evidenziato le carenze strutturali impiantistiche e del mercato nazionale delle materie prime seconde, al quale occorre lavorare insieme alle istituzioni per evitare crisi future”.

 

Commenti
    Tags:
    covid plastica lockdown exportcovid rifiuti export lockdowncovid rifiuti lockdown export
    in evidenza
    Natale gender free : al bando gli spot dei regali "sessisti"

    La legge che crea polemica

    Natale gender free: al bando gli spot dei regali "sessisti"

    
    in vetrina
    Bike Economy, i ricavi della filiera crescono del 46% in cinque anni

    Bike Economy, i ricavi della filiera crescono del 46% in cinque anni


    motori
    Mercedes-Benz Italia e il Campus Bio-Medico lanciano la Mobility Alliance

    Mercedes-Benz Italia e il Campus Bio-Medico lanciano la Mobility Alliance

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.