A- A+
Green
Patagonia passa a no-profit: “Il nostro unico azionista è il pianeta"

"Generare fondi per combattere la crisi ambientale" Patagonia sempre più vicina al Pianeta

Patagonia, importante marchio di abbigliamento outdoor fondata nel 1973 dallo scalatore statunitense Yvon Chouinard, oggi 83 anni, ha deciso di cedere la propria attività a due nuove entità, il Patagonia Purpose Trust e l’Holdfast Collective.

“Da quando abbiamo iniziato a toccare con mano i danni del riscaldamento globale e della distruzione ecologica, scoprendo anche la grandezza del nostro impatto, in Patagonia ci siamo impegnati a cambiare concretamente il modo di pensare e di fare business. Il brand è partito dai prodotti, utilizzando materiali e tessuti che fossero i più responsabili ed eco-compatibili” afferma Chouinard sul sito dell’azienda. “Siamo diventati una B Corp e una Società Benefit certificata in California, scrivendo i nostri valori nello statuto aziendale, in modo da preservarli. Più di recente, nel 2018, abbiamo cambiato il nostro scopo aziendale in: siamo un business per salvare il nostro pianeta”, spiega Chouinard.

“Due anni fa -ha commentato Ryan Gellert, CEO e membro del cda di Patagonia-, la famiglia Chouinard ha sfidato alcuni di noi a sviluppare un nuovo assetto con due obiettivi centrali. Volevano che proteggessimo lo scopo aziendale e che, al contempo, generassimo immediatamente e continuamente più fondi per combattere la crisi ambientale.

“A dire il vero -conclude Yvon Chouinard, motivando le scelte di Patagonia- abbiamo capito che non c’erano opzioni valide. Così abbiamo deciso di creare la nostra. Al ‘going public’ abbiamo preferito il ‘going purpose’. Invece di estrarre valore dalla natura e trasformarlo in profitti per gli investitori, useremo la prosperità generata da Patagonia per proteggere la vera fonte di ogni ricchezza”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    greenno-profitpatagonia





    in evidenza
    Palla di fuoco verde attraversa il cielo fra Spagna e Portogallo

    Home

    Palla di fuoco verde attraversa il cielo fra Spagna e Portogallo

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


    motori
    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.