A- A+
Green
Sopraelevare le Maldive per salvarle dal cambiamento climatico
Maldive Lapresse

Sopraelevare artificialmente le isole potrebbe salvare le Maldive dall'innalzamento del livello del mare, per evitare la migrazione forzata della popolazione

L'innalzamento artificiale dell'altezza dell'isola o la costruzione di isole più alte completamente nuove sono state proposte come soluzioni all'innalzamento del livello del mare nelle Maldive e in altre nazioni a rischio inondazioni.

I ricercatori dell'Università di Southampton, del Tyndall Center for Climate Change Research dell'Università dell'East Anglia (UEA) e di TEDI-Londra, in collaborazione con scienziati maldiviani, hanno dimostrato in uno studio che l'utilizzo di semplici principi ingegneristici per creare isole o costruirne di nuove può aiutare le piccole isole nazioni come le Maldive a resistere all'innalzamento del livello del mare a causa dei cambiamenti climatici.

Questo approccio è coerente con la pratica esistente alle Maldive, nonché con le tendenze demografiche: la migrazione verso i centri urbani, in particolare verso la capitale Malé, che attira una popolazione in rapida espansione mentre altre isole vengono abbandonate.

"I nostri risultati indicano che all'estremo l'intera popolazione delle Maldive potrebbe vivere solo su due isole costruite a un'altitudine significativamente più elevata rispetto alle isole naturali per resistere all'innalzamento del livello del mare", ha affermato il prof. Robert Nicholls, direttore del Tyndall Center presso UEA.

Sopraelevare le Maldive: ecco come le isole cambiano aspetto

"Naturalmente, queste isole avrebbero un aspetto molto diverso da quelle bellissime con spiagge che vediamo attualmente nei depliant turistici. Avrebbero molti grattacieli, come si vede oggi nella capitale Malé, ma molti maldiviani stanno ora scegliendo ambienti urbani e le due isole sopraelevate artificialmente fornirebbero una casa sicura. Ulteriori isole sopraelevate potrebbero fornire spazio per il turismo e altre attività economiche".

Dopo aver pubblicato le loro scoperte sulla rivista Environmental Research: Climate, i ricercatori suggeriscono che con significativi investimenti ingegneristici e il sostegno del governo, la popolazione maldiviana può rimanere nel proprio paese nel futuro piuttosto che essere costretta a migrare a causa dell'innalzamento del livello del mare.

Le sfide delle Maldive (e non solo) in relazione al cambiamento climatico

La migrazione forzata verso altri paesi come rifugiati ambientali è spesso vista come la risposta definitiva all'innalzamento del livello del mare in nazioni insulari come le Maldive, che hanno una popolazione di 500.000 abitanti e sono in crescita. Ciò pone molte sfide sociali tra cui il declino culturale, la perdita di identità, l'integrazione e le sfide occupazionali, nonché questioni fondamentali su chi accoglierà questi migranti.

I ricercatori suggeriscono di costruire isole più alte fino a sei metri o più sopra il livello del mare per proteggersi dal rischio a lungo termine derivante dall'innalzamento del livello del mare e dalle tempeste. Raccomandano inoltre di costruire nuove isole su cui la popolazione potrebbe spostarsi lentamente in modo adattivo, tenendo conto anche della rapidità con cui il livello del mare si alza. Questo approccio funzionerebbe meglio se combinato con la stabilizzazione del clima.

I ricercatori affermano che la strategia di costruzione di nuove isole sopraelevate potrebbe funzionare anche per altre nazioni come Kiribati, Tuvalu e le Isole Marshall e persino per le coste continentali. Mentre l'accordo di Parigi stabilizza la temperatura, il livello del mare continuerà a salire lentamente per secoli, richiedendo anche un adattamento.

Il team di ricerca riconosce comunque che i risultati e le raccomandazioni sono controversi e mostrano solo un percorso che i maldiviani possono seguire. Il prof. Nicholls ha dichiarato: "Le piccole isole vengono spesso cancellate a causa dell'innalzamento del livello del mare. L'approccio di cui discutiamo fornisce un modo in cui queste isole e comunità possono prosperare nonostante queste minacce, piuttosto che una visione pessimistica secondo cui le isole inevitabilmente annegheranno e causeranno migrazioni internazionali forzate".



 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
climate changeinnalzamento dei marimaldive





in evidenza
Affari in Rete

MediaTech

Affari in Rete


in vetrina
Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1

Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1


motori
CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.