A- A+
Green
Clima, il piano di Joe Biden: stop alle trivellazioni, più tutela ambientale
(fonte Lapresse)

Fin dal suo primo giorno di insediamento, avvenuto il 21 gennaio, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden non ha nascosto la volontà di un cambio di passo importante, rispetto alla precedente amministrazione Trump. Con la firma di 17 decreti “storici”, ha messo in chiaro i punti chiave del suo mandato: coronavirus, immigrazione e ambiente. Quest’ultimo al centro del dibattito degli ultimi giorni, definito da Biden “una questione di sicurezza nazionale, una priorità assoluta, se si vuole evitare una catastrofe sanitaria ed economica”. 

Clima, il piano del neo presidente Joe Biden

“Recuperare il tempo perduto e il terreno perso negli ultimi anni”, è questo il monito che arriva da Washington, che lancia un piano d’azione di svolta, una chiara “inversione di rotta”. Non solo sul fronte del taglio delle emissioni e della salvaguardia dell’ambiente–fa sapere l’Ansa–bensì si punta a traguardi anche più ambiziosi dell’amministrazione Obama, per attuare il New Green Deal promesso in campagna elettorale. 

Nel concreto l’amministrazione Biden–secondo quanto riporta l’Ansa–è pronta ad annunciare lo stop alle nuove trivellazioni per estrarre gas e petrolio, ai sussidi per l'industria petrolifera, introducendo regole più stringenti per ridurre le fonti di inquinamento atmosferico e per sostituire le vecchie auto blu con i veicoli elettrici. Per le trivelle– riporta Associated Press– è prevista la firma su una moratoria per tutte le nuove concessioni per esplorazione e sfruttamento di idrocarburi, in tutte le aree sotto responsabilità federale degli Stati Uniti, sia onshore che offshore. Una misura attesa, dal momento che il giorno stesso dell’insediamento il nuovo Presidente aveva già annunciato un primo stop di 60 giorni delle trivellazioni. Il provvedimento dovrebbe rimanere in vigore fino al termine degli studi sull’impatto del clima del settore oil&gas, da parte del team del presidente.  

Nell'amministrazione Biden non mancheranno anche piani di tutela per la biodiversità e la conservazione degli ecosistemi Usa, che–riporta Rinnovabili.it– dovranno mantenersi nei prossimi dieci anni almeno per il 30%, tra terra e acqua. Inoltre –si legge– è in arrivo una task force alla Casa Bianca per coordinare tutte le decisioni in materia di cambiamento climatico e verrà ripristinato il Consiglio degli esperti su scienza e tecnologia,  spazzato via da Trump.

Dopo il ritorno negli accordi di Parigi, deciso il primo giorno della nuova presidenza Biden, il piano di rilancio contro la crisi climatica sembra la naturale prosecuzione di una missione ambientale. Tutt'altro che semplice per gli Stati Uniti, che mirano a due ambiziosi obiettivi: zero emissioni del settore della produzione elettrica entro il 2035 e "net zero economy'" entro il 2050”. Il fine è sempre uno: liberare il processo produttivo dalla dipendenza dai combustibili fossili. 

 

 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    clima usa piano joe biden crisi climaticaclima usa piano joe biden crisi climatica presidenteclima presidente usa joe biden ambiente crisi climatica
    in evidenza
    "Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

    Elettra Lamborghini ad Affari

    "Rido con Zalone, amo gli horror
    Only Fun? Sarà sorprendente..."

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    Duster protagonista del my Dacia road 2022

    Duster protagonista del my Dacia road 2022


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.