A- A+
Lavoro
Camusso: "ricostruire un sistema pensionistico equo"
logo fondazione studi
 

Per il Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso, bisogna rimettere mano all'intero sistema previdenziale italiano per renderlo più equo. In un'intervista per la web tv dei Consulenti del Lavoro, il Segretario ha spiegato quali sono i motivi per cui il suo sindacato ha chiesto, insieme a CISL e UIL, un tavolo di confronto con il Governo, dopo i temuti tagli, prima annunciati e poi smentiti, alle pensioni di reversibilità. Il sistema è troppo rigido, secondo la Camusso, tanto da costringere i lavoratori con più di 40 anni di anzianità ad inseguire la pensione a tarda età, impedendo ai giovani di avere prospettive pensionistiche.

"Il moltiplicarsi di lavori a basso reddito, come l'esplosione di part time obbligati - ha sottolineato la Camusso - con l'attuale sistema previdenziale, senza nessuna solidarietà interna, per quei lavoratori che apparentemente sono strutturati e hanno un lavoro a tempo indeterminato, non determinerà una previsione previdenziale credibile". In chiusura, il Segretario della CGIL è intervenuta sulle nuove regole sui licenziamenti dei dipendenti pubblici, ribadendo l'invito a non erigere ulteriori norme che si sovrappongano a quelle già esistenti.

Guarda l'intervista

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Anya Bondarenko, foto mozzafiato a cavallo della moto (e non solo)

Donne e motori

Anya Bondarenko, foto mozzafiato a cavallo della moto (e non solo)


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile


motori
Skoda: nasce dal digitale l'auto da corsa Vision GT

Skoda: nasce dal digitale l'auto da corsa Vision GT

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.