A- A+
Lavoro
Cassazione: verificare invio del certificato di malattia all'Inps
La trombosi uccide più del cancro e dell’Aids
logo fondazione studi
 

Se il lavoratore in malattia si accorge che l’invio telematico all’INPS del certificato medico non è andato a buon fine deve avvisare il datore di lavoro ed inviare all’Istituto il certificato rilasciato, privo di numero di protocollo di invio, entro i due giorni successivi all’inizio della malattia.

E’ quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n.15226/2016, ritenendo legittimo il licenziamento per assenza ingiustificata di una lavoratrice che, in malattia, non aveva verificato la procedura di trasmissione telematica del certificato e non aveva neanche avvisato il datore di lavoro della sua assenza dal lavoro.

Se da parte, quindi, il lavoratore è esonerato dall’obbligo di inviare il certificato in forma cartacea, dall'altra parte non è esonerato dall’obbligo di accertarsi che la procedura informatica di invio da parte del medico curante abbia avuto esito regolare, eventualmente richiedendo il numero di protocollo telematico che identifica il certificato di malattia.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare


casa, immobiliare
motori
CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID

CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.