A- A+
Lavoro
DIS COLL finanziata anche per il 2016
logo fondazione studi
 

Garantita la DIS-COLL, l'indennità di disoccupazione per i collaboratori inizialmente prevista per il solo 2015, anche a chi perderà il proprio rapporto di collaborazione nel 2016.

Con un emendamento alla Legge di Stabilità 2016, il governo stanzia 78 milioni di euro (54 milioni per l'anno 2016 e 24 milioni per l'anno 2017) al fine di finanziare l'indennità per gli eventi dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016. Per "eventi" si intendono quelli di “cessazione dal lavoro che ha comportato lo stato disoccupazione” (circolare Inps. n. 83/2015).

L’emendamento stabilisce, infine, che l'Inps dovrà accettare le domande entro i limiti delle risorse disponibili, in base all’ordine cronologico di presentazione e ai fondi disponibili. Per tutte le informazioni inerenti i requisiti e le nuove modalità di erogazione, rimandiamo all’articolo di Italia Oggi del 15 dicembre 2015.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.