A- A+
Lavoro
Lavoro accessorio, autonomo o subordinato?
logo fondazione studi
 

Per lavoro accessorio si intendono quelle attività lavorative che non danno luogo a compensi superiori a 7.000 euro nel corso di un anno civile per la totalità dei committenti, con l’ulteriore limite di 2.000 euro riferito al singolo committente.

Questa la definizione data dal Legislatore nell'art. 48 del Dlgs n. 81/15 senza distinguere tra lavoro subordinato e lavoro autonomo. Così, fino quando l’importo corrisposto con i voucher non supera i limiti legali, il rapporto di lavoro è legittimo e non richiede una specifica qualificazione della sua natura. 

Ma questo principio sussisteva già prima del Jobs Act. Le nuove norme hanno soltanto aumentato il limite economico, che rimane l’unico criterio per individuare la legittimità del rapporto di lavoro accessorio, che quindi può riguardare anche un rapporto di lavoro reso in regime di subordinazione, nei limiti predefiniti.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Anya Bondarenko, foto mozzafiato a cavallo della moto (e non solo)

Donne e motori

Anya Bondarenko, foto mozzafiato a cavallo della moto (e non solo)


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile


motori
Skoda: nasce dal digitale l'auto da corsa Vision GT

Skoda: nasce dal digitale l'auto da corsa Vision GT

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.