A- A+
Lavoro
Ridotti gli sgravi per assumere lavoratori con Naspi
logo fondazione studi
 

L’INPS ha analizzato con la circolare n.194/15 tutte le modifiche apportate dal Jobs Act dai due decreti legislativi n.148/15 e 150/15, rispettivamente su ammortizzatori sociali e su politiche attive.

Dal 24 settembre 2015, infatti, con l’art.24 del DLgs n.150/15, è stata ridotta del 30% la percentuale di incentivi all’occupazione per il datore di lavoro che assume a tempo pieno e indeterminato lavoratori che fruiscono dell’indennità in ambito NASpI. Spetta per ogni mensilità di retribuzione corrisposta al lavoratore un contributo mensile pari al 20% dell’indennità mensile residua che sarebbe stata corrisposta al lavoratore, in luogo della precedente misura del 50%. Il rimanente 30% verrà versato dall’INPS all’ANPAL ai fini del finanziamento del fondo Politiche attive del lavoro.

In materia di cumulabilità delle prestazioni di disoccupazione NASpI e DIS – COLL con i redditi da lavoro subordinato, parasubordinato e autonomo, la norma individua il reddito che consente la conservazione dello stato di disoccupazione nel reddito che corrisponde a un’imposta lorda pari, o inferiore, alle detrazioni spettanti. Detto reddito, afferma l’INPS, rimane fissato nei limiti già individuati pari ad euro 8.000 per il lavoro subordinato e parasubordinato ed euro 4.800 per il lavoro autonomo.

Queste regole valgono anche in materia di cumulo della prestazione NASpI con il reddito da lavoro subordinato in caso di rioccupazione del percettore d’indennità di disoccupazione.

L’ANPAL, in cui confluirà quel 30% sottratto ai datori di lavoro, partirà l'1 gennaio 2016. Si tratta della nuova Agenzia per le politiche attive del lavoro per completare il piano di riforme previsto dal Jobs Act. L'ANPAL sarà formata dalle strutture regionali per le Politiche attive del lavoro, da Inps, Inail, Agenzie per il lavoro e soggetti pubblici e privati che dovranno collaborare insieme per il reinserimento lavorativo del soggetto disoccupato. L’attenzione è rivolta soprattutto ai senza lavoro e ai soggetti fruitori di misure di sostegno al reddito, che ora verranno aiutati dai servizi accreditati a cercare una nuova occupazione attraverso azioni di orientamento, formazione e ricollocazione.

L’approvazione del DLgs di riforma delle politiche attive e la costituzione dell’agenzia ANPAL, pochi mesi prima dell’approvazione definitiva della riforma del Titolo V, costituiscono il nuovo scenario di riferimento.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.