A- A+
Lavoro
Voucher baby-sitting per imprenditrici e autonome: svolta nel 2016
logo fondazione studi
 

Dal prossimo anno verrà estesa alle madri lavoratrici autonome il beneficio dei servizi di baby sitting per l’infanzia, già fruito dalle lavoratrici dipendenti e parasubordinate. I voucher baby sitting potranno essere richiesti in sostituzione (anche parziale) del congedo parentale.

A stabilirlo è un emendamento alla Legge di Stabilità 2016. Di questo contributo economico possono beneficiare oggi solo le lavoratrici madri dipendenti della pubblica amministrazione o datori di lavoro privati, oppure quelle autonome parasubordinate iscritte alla gestione separata Inps.

Il contributo è pari a 600 euro al mese per un massimo sei mesi (3.600 euro totali). Per le lavoratrici parasubordinate, invece, la durata massima è di tre mesi (quindi in totale 1.800 euro) e sarà così anche per le neo beneficiarie: lavoratrici autonome o imprenditrici. Entro un mese, uno specifico decreto, disciplinerà la fruizione. Il costo dell'operazione per il 2016 sarà di 2 milioni di euro.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.