A- A+
Libri & Editori
Giro d'Italia in 100 librerie, il tour virtuale inaugurato da Jaca Book

GIRO D'ITALIA, la nuova rubrica di Jaca Book che darà voce a 100 librerie italiane

In questa fase difficile ma di ripartenza per il mondo dell'editoria, Jaca Book sceglie di dar voce ai librai d'Italia, che con caparbietà, spirito di adattamento e un profondo rispetto per le norme di sicurezza continuano a rimarcare il ruolo cruciale delle librerie indipendenti nel panorama culturale italiano. Inaugurata in occasione della  Giornata Mondiale del Libro, la nuova rubrica verrà trasmessa a cadenza settimanale tramite newsletter ai lettori e sui canali social della casa editrice. GIRO D'ITALIA si configura come un tour virtuale in 100 librerie italiane che, da nord a sud, continuano a resistere e ad accogliere lettori e curiosi: luoghi di condivisione, contaminazioni, avamposti di civiltà e bellezza. Librerie con anime e proposte molto diverse a scaffale: saggistica, narrativa, arte, fotografia, scienze umane, ragazzi. 

Le "voci" delle prime librerie

#1 La Zafra. Nasce come cooperativa nel 1971, dal desiderio di un gruppo di persone di creare una libreria che fosse luogo vivo, punto di incontro, di confronto e di proposta. In questi anni sono cambiate molte cose, dentro e fuori dalla libreria, ma lo spirito con il quale chi lavora ne la Zafra pensa alla libreria e ai libri è rimasto lo stesso: fornire grande scelta e competenza, velocità e precisione nel servizio, senza accettare l'appiattimento che sembra regnare oggi nel commercio e nella cultura. La parola di Paolo Bonini: "La chiusura per Coronavirus ci ha colto in un momento già molto difficile: abbiamo allora cercato di darci da fare in tutti i modi, facendo ad esempio le consegne a domicilio quando è stato possibile e nel nostro comune. Fuori del nostro comune abbiamo usufruito del servizio "Libri da Asporto" e abbiamo fatto spedizioni gratuite a domicilio nel nostro entroterra, ma abbiamo avuto richieste da altre regioni e dall'estero. Abbiamo poi cercato di mantenere il rapporto con i clienti e gli amici, utilizzando anzi la situazione critica per provocare un approfondimento. E così ogni giorno abbiamo usato Facebook e mail  per mandare consigli di lettura su un tema (la poesia, i classici, i romanzi storici, l'attualità, ecc) o sulla valorizzazione di autori e case editrici. Adesso abbiamo riaperto, con le dovute precauzioni, e speriamo che si possa ritornare a fare della libreria un punto di incontro. Sulla porta c'è un piccolo cartello: L'INGRESSO È LIBERO E LA CURIOSITÀ È BENVENUTA. A voi il compito di entrare o di cercarci".

#2 Curiosa Mente: è nata 23 anni fa come remainder, con altro nome. E' stata rilevata nel 2014 cambiando impostazione, nome e struttura. Mantenendo una sezione remainders, è stato implementato l'acquisto del nuovo, conservando la predilezione per gli illustrati, soprattutto arte e fotografia, e ingrandito lo spazio dedicato ai bambini e ai piaceri di tavola, estetica, moda, collezionismo, viaggi, natura, botanica. Il nome e il logo sono arrivati insieme alla decisione di "creare" la nuova libreria, un incontro tra passione e desiderio di conoscenza: Amore e Psiche, Curiosa Mente. La parola del libraio Paolo: "Commenterei questa situazione con una citazione di Joseph Roth, che descrivendo le vicissitudini dei disertori polacchi nella grande guerra (in un periodo in cui il dolore era davvero tangibile ed ineluttabile) narra di come questi, cercando di fuggire, restassero rinchiusi per giorni in scantinati umidi, sporchi e maleodoranti, in cui contraevano ogni sorta di infezioni e malattie. Sorprendentemente, conclude, la maggior parte di essi sopravviveva. Del resto cosa potevano bacilli così piccoli contro un così grande desiderio di libertà e di vita? La libreria è aperta, non per soldi ma perché è bene che in mezzo al delirio qualche sorriso e qualche raggio di luce si intravedano, è una tazza di tè offerta ai disertori polacchi. Noi ci mascheriamo malvolentieri ma manteniamo le opportune distanze e, invece di pulire, come sempre, sanifichiamo (ero convinto fosse una prerogativa dei Santi!) e spacciamo libri, convinti che cultura e sapere siano taumaturgici. Non solo contro i virus".

#3 Tutti giù per Terra, nasce nel 2015, realizzando il perseguimento di una mia "chimera", la creazione di una libreria come spazio di condivisione e di attenzione, pensato per bambini e genitori. La libreria ha ospitato presentazioni, laboratori creativi, corsi per bambini, feste di compleanno, incontri mamma/bambino e altro. La parola di Simona Perego: "In questo periodo, non è stato facile affrontare la situazione, a cui non eravamo preparati, e dopo un primo momento di rassegnazione, sono ripartita con #libridaasporto e con le consegne a casa con la mia bicicletta, grazie all'autorizzazione del Comune. La grande solidarietà che c'è stata non ha paragoni, ognuno ha aiutato la Libreria e ha comprato qualcosa (e ancora oggi molti lettori e lettrici lo fanno!). Ieri, una cliente mi ha detto: «I miei negozi preferiti li voglio ritrovare aperti quando tutto tornerà alla normalità» e quindi ...grazie!".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    giro d'italia 100 libreriejaca booklibrerielibrai
    in evidenza
    Presentate 17 nuove monete La collezione di numismatica 2022

    Scatti d'affari

    Presentate 17 nuove monete
    La collezione di numismatica 2022

    i più visti
    in vetrina
    Elodie si confessa: "Ho una sindrome dell'abbandono grande quanto me"

    Elodie si confessa: "Ho una sindrome dell'abbandono grande quanto me"


    casa, immobiliare
    motori
    Bentley produrrà la prima auto elettrica made in England

    Bentley produrrà la prima auto elettrica made in England


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.