A- A+
Libri & Editori
Nicola Calathopoulos, Dannati per sempre: ironia e cultura contro la banalità
Nicola Calathopoulos

Intervista a Nicola Calathopoulos, in libreria con Dannati per sempre, Minerva editore

In un mondo in cui tutti sembrano fare a gara per mostrare il più possibile di sé sui social network e diventare famosi, l’autore del romanzo Dannati per sempre, best seller internazionale, ha scelto di nascondersi dietro a uno pseudonimo: Ferdinand Celouis. Perché l’ha fatto? Chi è in realtà? A queste domande vuole rispondere Mauro Delgado, un critico letterario di successo, che finisce per trasformare la propria ricerca in un’ossessione logorante.

Possiamo sintetizzare così, senza spoiler, la trama dell’esordio letterario di Nicola Calathopoulos (giornalista, laureato in filosofia e direttore di NewsMediaset), che si intitola, appunto, Dannati per sempre. Tra analisi semantiche e semiologiche, segreti e depistaggi, la storia si svolge come un giallo, senza però esserlo. “Per questa mancata appartenenza a un genere letterario preciso ho avuto difficoltà a trovare chi fosse disposto a pubblicare il mio libro”, racconta Calathopoulos ad Affaritaliani.it, “fino a che non ho incontrato un editore illuminato, Minerva, a cui è piaciuto subito il progetto”.

Del giallo l’opera ha le indagini e i misteri, ma “a differenza del titolo e della copertina è un libro scritto con ironia”, ci spiega l’autore, “perché penso che dopo una giornata di duro lavoro le persone abbiano diritto di tornare a casa e godersi un libro che non le appesantisca”.

nicola calathopoulos dannati per sempre
 

E infatti lo stile è giornalistico, con frasi brevi, descrizioni rapide ed efficaci, e un’attenzione particolare per il lessico. Come i suoi personaggi, infatti, Calathopoulos ammette di avere “un’ossessione per il linguaggio: non si troveranno ripetizioni perché credo nell’importanza delle parole, del non usare luoghi comuni, dello scrivere in modo accattivante”.

Allo stesso modo, Dannati per sempre coniuga leggerezza e protagonisti caricaturali con temi filosofici importanti: la fuga dal mondo, il valore della cultura nella società dell’apparenza, la costruzione della propria immagine e l’autodistruzione. È in sostanza una storia in cui i protagonisti si battono contro la banalità del mondo di oggi, e chi cerca di sfuggire alla superficialità rischia di essere… dannato per sempre.

nicola calathopoulos dannati per sempre 1
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
libriminervasara perinetto





in evidenza
Federico Chiesa e il fuoriprogramma con i fan prima di sposarsi

Autografi e selfie

Federico Chiesa e il fuoriprogramma con i fan prima di sposarsi


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Mercedes GLA ed EQA: motore termico vs. elettrico e la strategia di transizione di Mercedes-Benz

Mercedes GLA ed EQA: motore termico vs. elettrico e la strategia di transizione di Mercedes-Benz

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.