A- A+
Marketing
Facebook apre la sua cassaforte: i dati degli utenti per vendere adv

Per MArk Zuckerberg sarà fonte di miliardi. Per gli inserzionisti è una manna. E per gli utenti? Facebook ha appena (ri)lanciato Atlas, la sua piattaforma pubblicitaria acquistata da Microsoft e finora utilizzata al di sotto delle sue potenzialità. 

Una piattaforma rinnovata, con la quale Facebook cominica a giocare a carte scoperte. Il social network userà in modo sempre più massiccio la sua più grande risorsa: i dati degli utenti. Lo farà, neanche a dirlo, a scopo pubblicitario. E lo farà (questa è la verà novità) anche al di fuori delle bacheche. In altre parole: Facebook userà i dati degli utenti per vendere pubblicità anche su altri siti. Gli inserzionisti potranno contare su una banca dati sterminata. E decidere con più precisione l'allocamento delle proprie risorse. Anche perché Facebook non conosce solo le nostra mail, il nostro nome e i nostri gusti. Ma, grazie alla vita del nostro profilo e alla lettura dell'accesso via Facebook permesso da molte app, sa anche cosa facciamo. E quando lo facciamo.

Tutte informazioni fondamentali per agenzie media e pubblicitari. E non è un caso che un gigante come Omnicom si sia già detto interessato al progetto. Il social network difende la sua scelta e assicura che i dati rimarranno anonimi. Ma che bisogno c'è conoscere il nome di una persona se già sai tutto di lei?    

 


 

Tags:
facebookatlasads
in vetrina
Ferrarini sostiene l'economia locale con il progetto "Sapori d’Italia"

Ferrarini sostiene l'economia locale con il progetto "Sapori d’Italia"


motori
Walter Röhrl al revival dell’Olympia Rally '72

Walter Röhrl al revival dell’Olympia Rally '72

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.