A- A+
Marketing
Twitter cambia la pubblicità in base alle tue app

Per sei mesi, Twitter ha spiato (legalmente) le app scaricate dai suoi utenti. Una mole di dati che adesso metterà a disposizione degli inserzionisti: la pubblicità sul social sarà modulata in base alle app scaricate sullo stesso smartphone. Perché siamo (almeno un po') quello che scarichiamo.

L'annuncio di un tracciamento di questo tipo era già arrivato a novembre. Ma, fino a ora, Twitter non aveva dichiarato che cosa ne avrebbe fatto. Adesso è chiaro. Per fare un esempio: se abbiamo scaricato Candy Crush, sarà più probabile ricevere messaggi promozionali che riguardano videogiochi. E così per tutto il resto: notizie, fitness, app di singoli marchi.

Twitter conosce quindi cosa scarichiamo, ma non ha accesso ai conenuti delle nostre app. Può sapere ad esempio che abbiamo scelto WhatsApp, ma non può arrivare alle conversazioni. Se invece volessimo chiudere le porte a ogni informazione, è possibile bloccare l'accesso modificando le impostazioni di Twitter. Si tratta però di un meccanismo di silenzio-assenso, che privilegia gli obiettivi dell'azienda rispetto alla privacy degli utenti. D'altro canto non è l'unico modo con il quale Twitter indirizza la sua pubblicità: gli spot sono già modulati in base a chi seguiamo e a cosa twittiamo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
twitterpubbliitàappsocial network
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

i più visti
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.