A- A+
MediaTech
Amazon e la vendita di prodotti falsi: un mercato in crescita esponenziale

Il falso piace, il ‘tarocco' fa sognare milioni di persone che non possono permettersi il modello vero. Di conseguenza i falsi sono cercati e comprati, e i giganti del web, Amazon in testa, avendo percepito l’enorme potenzialità’ di un simile business, ospitano e vendono ricchi campionari di prodotti quasi veri. Chiaramente tutti si dissociano da quel tipo di produzione , vietando formalmente la vendita di prodotti contraffatti, ma il risultato non cambia di molto. Un mercato , quello della contraffazione che vale, solo in Italia, qualcosa come 7 miliardi (secondo una stima del Censis ). Sono cifre che fanno riferimento a prodotti venduti in internet e non solo. Un business scorretto che sottrae all’erario nazionale una cifra importante, oltre 5 miliardi, e brucia al contempo circa 105 mila posti di lavoro.

Falsi e giganti del web. Un business mondiale da 1800 miliardi.

A livello mondiale le cifre cambiano sensibilmente: il costo della contraffazione raggiunge i 1800 miliardi. Enorme e’ la presenza di prodotti contraffati sul web, gestiti dai social e soprattutto ospitati da giganti come Amazon o Alibaba, il cugino cinese. A livello legale regna la poca chiarezza. Sembra non esistere una legge che punisca chi 'mette in vendita' prodotti contraffatti. La legge punisce solo chi li produce. Amazon e altri siti vengono di fatto considerati solamente dei contenitori che vendono e guadagnano veicolando prodotti di altri. Praticamente le multinazionali del web fanno solo da tramite tra i ‘produttori di tarocchi’ e i consumatori più’ o meno consapevoli.

Falsi e giganti del web. Molti consumatori sanno di comprare un falso

Vero, consumatori più’ o meno consapevoli, perché’ molta gente sa perfettamente di acquistare un falso, ne e’ consapevole e lo vuole accettandone un prezzo adeguato. Quelli che non lo sanno (e ce ne sono tanti), possono avere a disposizione invece un paio di accorgimenti utili ad evitare fregature. In primis il prezzo, parliamo di prodotti venduti a meno della meta’ degli originali. E come secondo aspetto risulta molto utile osservare se sul portale del venditore e’ presente il suo indirizzo fisico. A questo proposito l’Antitrust ha fatto chiudere oltre 250 siti perché’ non avevano il riferimento geografico. E’ facile acquistare. ad esempio, borse griffate, magari Louis Vuitton, su siti locati a Singapore o Hong Kong. Le maggiori contraffazioni riguardano la moda , i prodotti audiovisivi, i beni informatici e i prodotti agroalimentari. Senza dimenticare i rischiosissimi acquisti di farmaci. E’ utile ricordare che il commercio online e’ in crescita esponenziale soprattutto sul web. Un dato spiega bene la portata del problema : meta’ degli acquisti natalizi degli italiani e’ stato fatto on line.

Falsi e giganti del web. Rischi legali ridotti praticamente a zero.

Ma che si rischia? I giganti del web praticamente nulla ( anzi ci guadagnano, per un prodotto di moda circa il 15%), il consumatore non commette reato ma rischia solo multe salate ma solo se viene preso. E questo non accade quasi mai. Perché ? Semplicemente perché’ il prodotto arriva a casa in un anonimo pacchetto,. Rischio praticamente ridotto allo zero. Ma la vera domanda e’ come mai un gigante come Amazon, pur dichiarandosi contrario alla vendita, non trovi gli strumenti per ‘beccare' alla fonte i tarocchi ed evitare di metterli in vetrina sulle proprie pagine. Parliamo di un gigante valutato 680 miliardi , con un fatturato di quasi 140 miliardi e 341 mila dipendenti. Possibile che non vada oltre una condanna verbale? Basterebbe mettere a punto sistemi di tracciabiàita’ del prodotto affinché’ tutti siano in grado di verificare dove e’ nato e dove viene venduto il prodotto che sto comperando per vero. Il realtà’ il problema e’ incancellabile. Le colpe sono di tutti: di chi questi prodotti falsi li produce, di chi li vende e pure di chi li compra. Analizzando pero’ un po’ più’ in maniera approfondita il tema ci si chiede se davvero si vuole cancellare anche i sogni di chi non può’ permettersi i lussi di prodotti veri?

Tags:
amazonprodotti falsi
in evidenza
Gioiello di Pessina, Galles ko Ma ora è incubo Belgio di Lukaku

Euro 2020, super Italia

Gioiello di Pessina, Galles ko
Ma ora è incubo Belgio di Lukaku

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.