A- A+
MediaTech
Chiuso altadefinizione.tv, il sito pirata più famoso

La Guardia di Finanza di Lecco ha sequestrato altadefinizione.tv, conosciuto anche nell'ambiente come filmstream.me. Si trattava di uno dei siti pirata di cinema più noti grazie a un'offerta smisurata, una qualità video da primato (HD 720p e Full HD 1080p) e novità ancora presenti nelle sale cinematografiche. Senza contare la possibilità di fruizione su PC, tablet e Smart TV.

Si stima che avesse 115mila visite giornaliere e un illecito guadagno pubblicitario di circa 1.000 dollari al giorno. Non a caso era nella Top 100 dei siti più visitati in Italia. L'azione delle Fiamme Gialle, con all'ausilio tecnico delle due federazioni FPM e FAPAV, ha sicuramente assestato un duro colpo alla pirateria. In molti la consideravano la migliore piattaforma di streaming italiana.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
altadefinizione.tv
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.