A- A+
MediaTech
Panettoni-pandori stellati e d'autore: a Natale, il delivery di classe è firmato Cosaporto

Cosaporto: tutti panettoni d'autore sul sito del quality delivery

È in questa stagione dell’anno, con il Natale e le feste che si avvicinano, che Cosaporto scatena tutto il suo potenziale creativo nell’offerta dei migliori panettoni e pandori d'Italia. La prima gift-tech, specializzata nel delivery di lusso, si trasforma in “slitta” per consegnare in tempi record meravigliosi doni: panettoni e pandori selezionati tra le più incredibili proposte gourmet di pasticcerie che hanno scritto la storia e Chef stellati. C’è solo un modo per essere sicuri di avere sulla tavola di Natale uno dei panettoni stellati e gourmet più richiesti in tutta Italia: andare su Cosaporto.it e prenotare uno o più dei meravigliosi lievitati griffati, programmare la consegna e godersi il Natale.

Cosaporto, da Milano a Courmayeur: le città del delivery di lusso

Cosaporto arriva nelle case delle principali città italiane: Milano, Roma, Torino, Bologna, Firenze, all’estero a Londra e tra le piccole Forte dei Marmi e da dicembre 2022 anche a Courmayeur.

Cosaporto, ecco i panettoni e i pandori d'autore

Lievitati natalizi che passione: su Cosaporto si può scegliere tra gli Stellati, l’Alta Pasticceria e la Grande Tradizione. Solo su Cosaporto.it ci sono venti tra i migliori pasticceri d’Italia e oltre cinquanta tipi tra panettoni e pandori, da quelli di Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo, Carlo Cracco, Paolo Griffa, Giancarlo Perbellini, Niko Romito, da Vittorio per gli stellati; Iginio Massari Alta Pasticceria, Pasticceria Martesana, Sal De Riso, Rinaldini, Andrea Tortora, Luigi Biasetto per l’Alta Pasticceria; il San Carlo per Vogue con le cappelliere uniche griffate, Vincenzo Tiri, Filippo La Mantia, Davide Longoni, il panettone solidale T’A Milano, Cucchi, Roscioli e Pavè per la Grande Tradizione.

Cosaporto, il temporary a Milano sotto le feste

Non solo. Cosaporto dal 6 dicembre al 10 gennaio sarà presente fisicamente con un temporary store a Milano in corso Garibaldi 46.

Cosaporto, il quality delivery che ha appena chiuso un aumento di capitale da 5 milioni di euro

Cosaporto.it ha chiuso con successo l’aumento di capitale Round A da 5 milioni di euro. All’operazione hanno partecipato, come nuovi soci, il fondo AZIMUT ELTIF - Venture Capital ALIcrowd II e importanti Business Angel, oltre al significativo follow on di Lazio Innova.Centrale la strategia con Mamacrowd e la sua piattaforma digitale di equity crowdfunding così intuitiva e funzionale che ha permesso a tanti investitori, tra cui molti clienti di Cosaporto, di investire facilmente, raggiungendo la raccolta record di 2,7 milioni di euro. Accanto ai big shareholder, infatti, emerge il dato che il 70% dei nuovi soci entrati con l’aumento di capitale sono clienti di Cosaporto.it: un risultato che rispecchia l’entusiasmo intorno al progetto e il grado di coinvolgimento della community.

cosaporto founder
 

“La chiusura del round A da 5 milioni è un grandissimo successo e ci dà la spinta per raggiungere i traguardi ambiziosi che ci siamo prefissati. Sono entrati nuovi soci, tra cui il fondo AZIMUT ELTIF – Venture Capital ALIcrowd II e importanti business angels, inoltre i soci della prima ora, tra cui Lazio Innova, hanno confermato la fiducia nel progetto partecipando con un significativo follow on - commenta Stefano Manili, ceo di Cosaporto – molto importante anche il ruolo di Mamacrowd che grazie a una piattaforma digitale intuitiva e funzionale, ha permesso a tantissimi investitori, di cui il 70 per cento sono nostri clienti, di diventare azionisti di Cosaporto”.

Cosaporto, Parigi e Barcellona nel mirino

I fondi raccolti serviranno per alimentare la crescita dei prossimi anni attraverso il lancio del servizio in nuove città italiane ed europee come Parigi e Barcellona, lo sviluppo di una nuova app che valorizzi ancor di più la tecnologia proprietaria e l’incremento del team attraverso la ricerca dei migliori talenti sul mercato.

Cosaporto, le tappe precedenti e la storia del delivery di lusso

Cosaporto.it ha lanciato martedì 11 ottobre 2022 la sua prima campagna di equity crowdfunding, nell’ambito di un aumento di capitale di 5 milioni di euro. Cosaporto.it è la prima gift-tech italiana che ha rivoluzionato il mondo del delivery, proponendo la soluzione digitale dedicata ai regali e alle occasioni speciali di privati e aziende. Nata nel 2017 da un’intuizione di Stefano Manili, Cosaporto negli ultimi tre anni ha più che decuplicato il giro d’affari, passando da circa 300mila euro nel 2019 a oltre 4 milioni di euro nel 2021. Il servizio di consegne a domicilio offerto da Cosaporto.it si colloca nella fascia alta del mercato, tanto che lo scontrino medio è di oltre 60 euro, tre volte quello delle società che offrono un delivery mass market. Attualmente Cosaporto ha raggiunto oltre 100.000 clienti, e di questi oltre 5mila sono aziende. Inoltre, lato fornitori, Cosaporto ha in essere partnership con oltre 500 negozi e brand partner di alta gamma, di cui l’80% in esclusiva. Come si diceva, il servizio è attivo nelle principali città italiane e ha sviluppato Cosaporto4Business, una linea dedicata agli eventi e alla regalistica aziendale.

Cosaporto, il modello di business

L’idea nasce da una domanda, la stessa che oggi contraddistingue il brand: cosa porto? Davanti a un invito a cena, a un compleanno o a un anniversario da festeggiare, la domanda è sempre la stessa ed è qui che arriva Cosaporto.it, il primo Quality Delivery d’Italia.Come azienda nasce a Roma nel 2017 con l’obiettivo di essere la soluzione perfetta per i regali e le occasioni speciali con amici, in famiglia e in ufficio. L’offerta spazia dall’alta pasticceria, alla più raffinata gastronomia, fino ai ristoranti stellati, proponendo anche eleganti composizioni floreali e originali oggetti di design per soddisfare i gusti dei clienti più esigenti.

La cifra distintiva è sempre l’altissima qualità dei prodotti, selezionati con attenzione da un team di esperti, che nel tempo ha convinto sia tanti nomi importanti del mondo del food (da Iginio Massari a Carlo Cracco, da Antonino Cannavacciuolo a Gabriele Bonci) sia rinomati brand del lusso e lifestyle (tra cui Acqua di Parma, Emporio Armani, Momo Design), che si sono subito riconosciuti in una proposta così inderogabilmente focalizzata sulla massima qualità dei prodotti e dell’esperienza. Cosaporto, però, è anche e soprattutto una società a forte matrice innovativa, al punto di definirsi la prima “gift-tech” italiana, poiché proprio con la tecnologia cancella tutte le difficoltà tipiche dell'acquisto di un regalo, lasciando quindi solo il piacere di rendere speciale un’occasione con le persone più care.

La startup propone anche un ampio ventaglio di soluzioni per il segmento business come servizi di catering - coffee break, light lunch e aperitivi - e regalistica per i clienti.

Cosaporto, l'impegno per la sostenibilità e l’ambiente

Fin dall’inizio di questa avventura, Cosaporto ha dimostrato un forte impegno per la sostenibilità e l’ambiente, con packaging eco-friendly e attività di delivery svolte prevalentemente con mezzi di trasporto elettrici. Grande attenzione anche al sociale: Cosaporto.it è il primo delivery con una categoria dedicata al Charity, che associa la donazione all’esperienza regalo e diffonde il messaggio solidale all’interno del network dei negozi, che spesso si uniscono alle donazioni ed alla comunicazione del progetto, e dei clienti.

Cosaporto, i founder

La società nasce da un’idea di Stefano Manili, manager cinquantenne con alle spalle una lunga esperienza in consulenza, affiancato da un executive team proveniente da importanti multinazionali e oltre 15 giovani talenti preparati e motivati. La compagine societaria comprende Business Angels C-Level in multinazionali che hanno creduto fin dall’inizio nel progetto, un Venture Capital (Boost Heroes) e un investitore istituzionale (Lazio Innova - Innova Venture).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cosaportonatalepanettoni





in evidenza
Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

Guarda le foto

Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar


in vetrina
Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici

Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici


motori
Citroën AMI e il Cubo di Rubik illuminano la Milano Design Week

Citroën AMI e il Cubo di Rubik illuminano la Milano Design Week

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.